Museo Civico "Il Correggio" - Correggio

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Storia dell'edificio
Pubblicazioni e Cataloghi

Fabbrici G. (a cura di), Museo civico "Il Correggio", Correggio (RE), Piano museale 2003, Regione Emilia-Romagna, Istituto per i beni artistici, culturali e naturali, Bologna, Centro regionale per il catalogo e la documentazione, 2003.


Fabbrici G. (a cura di), Museo civico, Correggio (RE), Piano museale 2001, Regione Emilia-Romagna, Istituto per i beni artistici, culturali e naturali, Bologna, Centro regionale per il catalogo e la documentazione, 2001.

Museo Civico Il Correggio, in I musei di qualità della regione Emilia-Romagna 2010-2012, Bologna, Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, 2010, p. 91.

Severi M., Nuovi contributi alla conoscenza del Palazzo dei Principi in Correggio, “Taccuini d'arte”, 2.2007, pp. 95-113.

Museo Civico il Correggio, in Cantieri culturali: allestimenti, didattica, catalogazione e restauro nei musei dell'Emilia-Romagna, Bologna, Istituto Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia Romagna, 2006, p. 10.

Collina C. (a cura di), I luoghi d'arte contemporanea in Emilia-Romagna: arti del Novecento e dopo, Bologna, Compositori, 2004, p. 53.

Bonilauri F., Museo Civico, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, p. 45, n. 5.

Forti Grazzini N., Gli arazzi del Palazzo dei Principi di Correggio, in Ghidini A., Il Museo Civico di Correggio, Milano, Electa, 1995.

Ghidini A. (a cura di), Il Museo Civico di Correggio, Electa, Milano 1995.

Manenti Valli F., Il museo-pinacoteca nel Palazzo dei Principi a Correggio, “Strenna del Pio istituto artigianelli”, 4, 1995, pp. 106-110.

Adani G., Manenti Valli F., Ghidini A., Il Palazzo dei Principi in Correggio, Reggio Emilia, Cassa di Risparmio, 1976.

Sete e arazzi. Catalogo della mostra dell'arte della seta a Reggio Emilia dal secolo 16. al secolo 18. e degli arazzi del Palazzo dei Principi di Correggio, Reggio Emilia, Nuova poligrafica, 1966.
Palazzo dei Principi
Corso Cavour, 7
42015 Correggio (RE)
Tel: 0522 691 806
Fax: 0522 633 017
Arte e Archeologia
Archeologia classica
Arti applicate
Arte moderna (XVI-XIX secolo)
Archeologia preistorica/paletnologia
Archeologia medievale
Numismatica
Medaglistica
Arte contemporanea storica (1900-1950)
Arte contemporanea attuale (1950 ad oggi)
Arte figurativa
Arte astratta
Arte concettuale
Il nucleo originario della raccolta civica, formata alla fine del Settecento, è costituito da parti dei dodici arazzi di manifattura fiamminga tardocinquecentesca che ornavano il palazzo. Nel 1813 la collezione venne incrementata da un gruppo di ritratti, cui si aggiunsero dipinti di ambito locale, copie e incisioni da Antonio Allegri detto il Correggio (1489-1534), cui si attribuisce il 'Volto di Cristo' acquistato nel 1995. Una tavola di analogo soggetto, eseguita da Andrea Mantegna, si conserva nella sala dedicata al pittore padovano; nella collezione figurano dipinti attribuiti al Moretto e a Mattia Preti; ritratti di Sante Peranda e Bartolomeo Passerotti, opere di Domenico Panetti, Giulio Cesare Amidano, Jean Boulanger, Frà Stefano da Carpi, Girolamo Donnini, Luigi Asioli, oltre a nature morte e sculture di ambito padano del XVI secolo. Una banca dati per testi e immagini fornisce informazioni sul Correggio. Pannellature e mobili documentano l'attività incisoria di Paolo Toschi e Francesco Rosaspina. Infine, la sezione archeologica raccoglie reperti di ambito locale, di epoca preromana, romana e medievale, con prevalenza di frammenti ceramici. Nella collezione sono ospitati esemplari di monete coniate nella zecca di Correggio tra il 1569 e il 1630 e medaglie celebrative.

Riaperto nel 2004, il Museo Civico "Il Correggio" trova sede nel Palazzo dei Principi, principale edificio del Rinascimento locale, terminato nel 1508.
Le collezioni comprendono le raccolte comunali d'arte antica dal XV al XIX secolo, una prestigiosa collezione di arazzi brussellese della fine del XVI secolo ed una piccola collezione di opere del Novecento, frutto di donazioni e acquisizioni nel corso del tempo. Essa presenta oli, terrecotte, incisioni e grafiche di autori locali, tra i quali Raimondo Giovanetti, Normanno Gobbi, Carmela Adani,Verter Ghidini, Emilio Meulli, Enrico Montessori, Enrico Bertolini, Pier Giacinto Terrachini, Bruto Terrachini; e alcuni lavori di artisti del territorio regionale come Lorenzo Ceregato, Giannone, Bartoli, Giuseppe Zigaina, Renzo Vespignani, Bruno Cassinari, Marino Mazzacurati, Corrado Tiradini, Antonio Carbonati.
Per le esposizioni temporanee, il Museo si avvale delle adiacenti sale della Galleria di Palazzo dei Principi, inaugurate con una mostra monografica dedicata al fotografo Franco Fontana.

The original core collection, which dates back to the late 1700s, is made up of parts of the twelve late-16th century Flemish tapestries that once decorated the building. In 1813 the collection was augmented by a series of portraits, paintings by local artists, copies and engravings by Antonio Allegri, also known as Correggio (1489-1534), to whom the Head of Christ, purchased in 1995, is attributed. A painting of the same subject by Andrea Mantegna is displayed in a room dedicated to this illustrious painter from Padua; the collection also includes paintings attributed to Moretto and Mattia Preti; portraits of Sante Peranda and Bartolomeo Passerotti, works by Domenico Panetti, Giulio Cesare Amidano, Jean Boulanger, Frà Stefano da Carpi, Girolamo Donnini, and Luigi Asioli, and 16th centuries still lives and sculptures by northern Italian artists. A database featuring text and images provides information on Correggio. Panels and furniture document the work of the wood carvers Paolo Toschi and Francesco Rosaspina. Finally, the archaeological section displays local material – mostly pottery fragments – from the pre-Roman, Roman, and Medieval areas. The collection also displays coins minted in Correggio between 1569 and 1630, as well as celebrative medals.

The "Il Correggio" Civic Museum was re-opened in 2004 and is housed in Palazzo dei Principi, the town’s most important Renaissance building, which was completed in 1508. Its collections, which were built up over time through donations and purchases, include the municipal collections of ancient art from the 15th to the 19th centuries, a prestigious collection of late 16th century tapestries from Brussels, and a small collection of 20th century art. The latter includes oil paintings, terracotta sculptures, engravings, and graphic art by local artists such as Raimondo Giovanetti, Normanno Gobbi, Carmela Adani, Verter Ghidini, Emilio Meulli, Enrico Montessori, Enrico Bertolini, Pier Giacinto Terrachini, and Bruto Terrachini; along with work by artists from the surrounding region, including Lorenzo Ceregato, Giannone, Bartoli, Giuseppe Zigaina, Renzo Vespignani, Bruno Cassinari, Marino Mazzacurati, Corrado Tiradini, and Antonio Carbonati. The Museum’s temporary exhibitions are housed in the adjacent Galleria di Palazzo dei Principi, inaugurated with a monographic exhibition dedicated to the photographer Franco Fontana.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.