Museo di Peppone e Don Camillo, interno (foto: Federico Roiter)
Le biciclette (foto: Federico Roiter)
Una locandina in spagnolo (foto: Federico Roiter)
Fotografia di una scena cinematografica (foto: Federico Roiter)
Brescello

Museo Peppone e Don Camillo

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Pubblicazioni e Cataloghi
Tamassia P., Museo di Peppone e Don Camillo, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, pp. 44, n. 3.

Guida al paese di Peppone e Don Camillo, Reggio Emilia 1996.

Brescello, paese di Don Camillo, Brescello s.d.
Via De Amicis, 2
Brescello (RE)
Tel: 0522 482 564
Fax: 0522 684 422
Tematico e/o specializzato
Arti dello spettacolo (cinema, danza, musica, lirica, teatro di figura, teatro di prosa)
La formazione del Museo risale alla mostra del 1989 comprendente gli oggetti utilizzati nella serie cinematografica dedicata ai notissimi personaggi di Giovannino Guareschi, Peppone e Don Camillo, girata a Brescello. Si costituì così il primo nucleo della raccolta, poi trasformata in esposizione permanente composta di oggetti di scena, locandine, manifesti originali, fotografie di scena e materiali cartacei relativi ai film girati tra il 1951 e il 1965.

Nel piazzale il celebre carro armato, protagonista di un memorabile episodio, accoglie il visitatore, mentre fra i cimeli conservati nella sala principale figurano la motocicletta di Peppone e la bicicletta di don Camillo; in altri ambienti si sono ricostruite anche la canonica di don Camillo e la cucina di Peppone.
Dal 1996, in una sala del percorso espositivo è anche allestito il laboratorio del liutaio Raffaele Vaccari, costruttore di violini originario di Lentigione, una frazione di Brescello. Vetrine con attrezzi, forme per strumenti e un ricco materiale fotografico ne documentano la produzione, diffusa a livello internazionale. Una mostra antologica permanente di fotografie, scritti, disegni di Guareschi e dei relativi filmati è allestita, per volontà dei figli, presso il Centro Studi di Busseto dedicato allo scrittore parmense.

The origins of the museum lie in the 1989 exhibition of the objects used in the highly popular feature film series starring Giovannino Guareschi’s characters Peppone and Don Camillo, which was filmed in Brescello. The first nucleus of the collection was put together back then, and was eventually converted into a permanent exhibition of set props, flyers, original posters, set photographs and printed material on the movies filmed between 1951 and 1965.


In the courtyard, the famous battle tank that starred in one memorable episode greets visitors to the museum, while other memorabilia on display in the main hall includes Peppone’s motorcycle and Don Camillo’s bicycle; other rooms features replicas of Don Camillo’s parsonage and Peppone’s kitchen.
Since 1996, one of the museum’s rooms also hosts the workshop of the liuthier Raffaele Vicari, who was born in Lentigione, one of Brescello’s hamlets. Glass display cases feature tools, violin moulds, and photographs that document the workshop’s products, which are marketed throughout the world. In keeping with his children’s wishes, a permanent anthology of Guareschi’s drawings, writings, and photographs, along with related video material, is on display at the Bussetto Study Centre dedicated to the Parma-born writer.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.