Pirodraga
Esterno del Museo
Motoscafo
Pompa
Scaffale all'interno del Museo
Trivelle
Sega a nastro
Boretto

PO432 Museo-cantiere della navigazione e del governo del fiume Po

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Pubblicazioni e Cataloghi
Venturi S., Museo del Po, della Navigazione Interna e del Governo delle Acque, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, pp. 44, n. 1.

Foresti F., Tozzi Fontana M., Imbarcazioni e navigazione del Po. Storia pratiche tecniche lessico, Bologna, 1999.

Bonilauri F., Maugeri V. (a cura di), Il Museo del Po. Linee progettuali per un sistema museale della navigazione fluviale, Bologna, Analisi, 1992.
Via Argine Cisa, 11 (c/o Cantieri ARNI)
Boretto (RE)
Tel: 0522 965 601, 335 53 35 139
Fax: 0522 964 430
Tematico e/o specializzato
Tematico
Il museo nasce nel 1997 in seguito ad un primo allestimento di materiali della Sezione Autonoma del Genio Civile per il Po, istituita nel 1925 con compiti di manutenzione dei fondali e regolamentazione della navigazione. Attualmente, nella sede dell'Azienda Regionale per la Navigazione Interna si conservano una serie di natanti storici e numerosi attrezzi relativi ai vari reparti di lavorazione: pialle, sgorbie, scalpelli per la calafatazione, timoni, ancore, oblò ed altri strumenti di bordo delle draghe dismesse. Il reparto di forgiatura, tuttora integro, espone modelli lignei per la carpenteria dei grandi raccordi per le pompe di dragaggio, semilavorati, crogiuoli, lingotti e tenaglie. Il percorso museale che si sviluppa lungo cinque sale espositive documenta la storia della navigazione fluviale in Emilia-Romagna, della cantieristica, delle bonifiche e del governo delle acque. Nel piazzale si trova l'imponente pirodraga 'Secchia' varata a Venezia agli inizi degli anni Trenta.

The museum was established in 1997, with a first exhibition of material from the Autonomous Section of the Civil Engineering Corps for the Po River, which was instituted in 1925 to regulate water depth and navigation. The museum is currently housed in the offices of the Regional Agency for Inland Navigation, and displays a series of historic boats and numerous navigation and river management tools: block planes, gouges, scalpels for caulking, rudders, anchors, portholes, and other objects found on former dredging barges. The forging department, which retains its original appearance, features wooden models for the woodwork used in connecting dredging pumps, semi-finished tools, crucibles, bars, and pincers. The museum’s five halls document the history of river navigation in Emilia-Romagna, ship-building, land reclamation efforts, and water management. The courtyard hosts the imposing dredging steam barge ‘Secchia’, launched in Venice in the early 1930s.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.