Chiesa di Santa Maria delle Lacrime
Santa Maria delle Lacrime, interno.
Santa Maria delle Lacrime, particolare di un lampione in esposizione.
Sede del MIG presso la Neri s.p.a.
MIG - panoramica dell'interno
MIG - manufatti esposti su impianto dismesso
Longiano

MIG - Museo Italiano della Ghisa

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Barriere architettoniche
Servizi
Tipologia Collezioni
Storia dell'edificio
Pubblicazioni e Cataloghi
L’imprevedibile leggerezza della materia. L’arte della Ghisa tra Ottocento e Novecento, in Catalogo della Mostra, Musei di Villa Torlonia ( Roma aprile-settembre 2011) a cura della Fondazione Neri, Barbieri Selvaggi Editori, Manduria (TA) 2011.

Musei d’Italia 2009, Touring Editore, Milano 2009

Il Giardino Pubblico a Cesena, in "Arredo & Città", n. 1, 2008

Impresa e Cultura in Italia, Touring Editore, Milano 2007

Turismo industriale in Italia, Touring Editore, Milano 2003

Museo Italiano della Ghisa, il nuovo allestimento, in "Arredo & Città", n. 2, 2003.

Amari M., I musei delle aziende, Franco Angeli, Milano 2001.

Piraccini O., Museo Italiano della Ghisa, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, p. 179, n. 28.

Il Museo Italiano della Ghisa, numero speciale di "Arredo & Città", 11, n. 2, 1998.
Sede storica: via S. Maria, 18/a (Chiesetta S. Maria delle Lacrime); MIG c/o Neri spa: S.s. Emilia 1671, loc. Ponte Ospedaletto
Longiano (FC)
Tel: 0547 65 21 71, 0547 65 21 72
Fax: 0547 540 74
Industriale e/o d'impresa
Tematico
Arti applicate
La Fondazione Neri - Museo Italiano della Ghisa è un centro di ricerca sull'arredo urbano, sulle sue forme e le sue espressioni nell’arco di centocinquant’anni di storia. Conserva pezzi di sofisticata fattura, spettacolari nelle loro dimensioni e preziosi nella loro plasticità: pali per l'illuminazione a gas o elettrica, fontane, panchine, mensole, balaustre, battenti, scansaruote. Due le sedi espositive: la prima, inaugurata nel 1998, si trova presso l'antica chiesetta di Santa Maria delle Lacrime, nel vecchio borgo del paese; la seconda (MIG) ha sede all'interno di un ampio spazio industriale presso la locale azienda di elementi per l'illuminazione e l'arredo urbano in ghisa, Neri S.p.a.

La sede di Santa Maria delle Lacrime espone, nel contesto di un ambiente particolarmente suggestivo, alcuni tra i pezzi più pregiati della raccolta, provenienti da città italiane ed europee, per lo più acquisiti mediante donazioni da parte di amministrazioni pubbliche. Grazie anche al corredo di immagini d'epoca appese alle pareti, i manufatti permettono di ripercorrere la storia delle città e di cogliere quanto fossero ricche l'attenzione al progetto e la perizia di realizzazione di un'arte "minore" come la fusione di ghisa.
Il nuovo e più ampio sito museale (MIG), inaugurato nel 2010, ha finalmente dato allocazione all’intera collezione, offrendo la possibilità di un percorso articolato e ricco di informazioni. Questa sezione è nata su iniziativa di Domenico e Antonio Neri, titolari dell’importante ditta produttrice di elementi per l'illuminazione e l'arredo urbano in ghisa, ed è visitabile presso l'azienda, dove sono esibiti anche i modelli che negli anni sono stati utilizzati dalla Neri s.p.a. per l'attività di restauro di manufatti originali.
La Fondazione dispone di un ricco archivio costituito da testi specialistici, cataloghi d'epoca delle ditte produttrici, disegni, fotografie, cartoline storiche riguardanti i modelli prodotti in Italia e all'estero a cavallo tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento. Un appuntamento ormai fisso è la pubblicazione della rivista semestrale Arredo & Città, dedicata alle iniziative, i dibattiti e le ricerche sulle evoluzioni stilistiche e progettuali dei manufatti in ghisa nel tempo. Nata nel 1988, esce dal 1995 in edizione bilingue (italiano-inglese).

The Fondazione Neri – Italian Cast Iron Museum is a research centre on street furniture in all its shapes and forms over the last 150 years. Its collections include some highly sophisticated pieces, of spectacular size or of fine craftsmanship: gas or electric lampposts, fountains, benches, mantelpieces, balustrades, door knockers, and scansaruote, which were used to keep the wheels of carriages from hitting the curb. The museum has two venues: the first, inaugurated in 1998, is in the ancient chapel of Santa Maria delle Lacrime in the old town; the second (MIG) is located inside a large industrial space belonging to a local cast iron street furniture and lamp manufacturer, Neri S.p.a.

The Santa Maria delle Lacrime venue displays, in a particularly evocative context, some of the collection’s most valuable items, originating from various Italian and European cities, and acquired for the most part thanks to donations from public administrations. Enhanced by the antique images hung on the wall, the items on display help trace the history of European cities and appreciate how a “minor” art medium such as cast iron was executed with great expertise and attention to detail.
The new and larger venue (MIG), inaugurated in 2010, has finally made it possible to display the entire collection in a well-organized, informative exhibition. This section was established thanks to Domenico and Antonio Neri, the owners of the leading cast iron street furniture and lamp manufacturing company Neri s.p.a, which houses the exhibition, including the models used by the company itself to restore original artefacts.
The Fondazione Neri has an extensive archive including technical publications, antique manufacturers’ catalogues, drawings, photographs, and historic postcards dealing with models produced in Italy and abroad in the late 19th and early 20th centuries. It also publishes a biannual journal called Arredo & Città, dedicated to initiatives, debates, and research on the evolution of the style and design of cast iron artefacts over time. Founded in 1988, since 1995 the journal is published in both Italian and English.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.