Galleria d'Arte Moderna "Ricci Oddi"
Via San Siro 13
Piacenza (PC)
Bocchi Amedeo
1883/ 1976

dipinto
tela/ pittura a olio
cm. 221 (la) 131 (a)
sec. XX (1920 - 1920)
Completamente eseguito dal vero, il dipinto raffigura una famiglia di pescatori seduti per il pranzo sotto un capanno. La luce crea molteplici riverberi, sottolineando il bianco della tovaglia e i diversi toni degli abiti e dei visi attenuati dall'ombra della capanna.

Acquistato presso l'artista nel 1922 per L. 9.000 (cfr. Iettere di Bocchi del 7, 16-11 e 2-12-1922 e anche di Bocchi a L. Testi del 14-10-1922 e di L. Testi del 23-10-1922). Fu esposto a Firenze nel 1922 a "La fiorentina primaverile" e a Parma nel 1970, alla "Antologica" di Amedeo Bocchi.
Amedeo Bocchi nasce a Parma, nel 1883, dove inizia i suoi studi con Cecrope Barilli. Nel 1902 si trasferisce a Roma dove frequenta la Scuola libera di nudo. Successivamente è a Padova dove studia la tecnica dell'affresco con Achille Casanova. Espone per la prima volta alla Biennale di Venezia nel 1910. Numerosissime sono le esposizioni in Italia e all'estero. Del 1967 è l'importante retrospettiva organizzata dall'Accademia di San Luca a Palazzo Carpegna a Roma. Negli anni '20 frequenta assiduamente la campagna dell'Agro pontino, interessato alle difficili condizioni di vita della popolazione.