Raccolta d'Arte Moderna - Cesenatico

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Tipologia Collezioni
Pubblicazioni e Cataloghi
Collina C. (a cura di), "I luoghi d'arte contemporanea in Emilia-Romagna: arti del Novecento e dopo", Bologna, Compositori, 2004, pp. 174-175
Via Marino Moretti, 3/5
47042 Cesenatico (FC)
E-mail 
Tel: 0547 792 74, 0547 792 55
Fax: 0547 793 27
Arte figurativa
Arte astratta
Arte informale
Arte concettuale
La Raccolta d'arte del Novecento del Comune di Cesenatico è dislocata in due sedi diverse, Palazzo del Turismo e sale di rappresentanza del Municipio, in attesa di confluire interamente nel futuro Museo della Città, destinato all'edificio modernista di via Armellini.
Il nucleo iniziale della raccolta si è costituito con la formula dei premi acquisto derivati dal Premio Cesenatico, la cui attività si è svolta dal 1952 al 1956, per poi proseguire, nel corso del tempo, con donazioni dirette da parte degli artisti che si sono avvicendati nelle mostre tenutesi nella sede espositiva della Galleria comunale d'arte Leonardo da Vinci di Cesenatico (cfr. scheda seguente). La Raccolta d'arte del Novecento e dell'attualità del comune romagnolo è formata prevalentemente da artisti informali e figurativi, locali e regionali, con alcune presenze anche di livello nazionale: vi sono opere pittoriche, scultoree e grafiche di Enrico Accatino, Ugo Attardi, Giuseppe Banchieri, Vasco Bendini, Simon Benetton, Matteo Bosi, Giancarlo Bugli, Luciano Caldari, Lucio Cangini, Giovanni Cappelli, Bruno Cassinari, Giancarlo Cazzaniga, Mino Ceretti, Carlo Crispini, Raffaele De Grada, Giuseppe De Gregorio, Carmine di Ruggero, Amleto Fabbri, Dario Fo, Manlio Guberti, Giuseppe Guerreschi, Riccardo Licata, Giuseppe Maestri, Pompilio Mandelli, Anacleto Margotti, Bianca Maria Martelli, Gino Meloni, Ennio Morlotti, Ugo Pasini, Enzo Petrillo, Osvaldo Piraccini, Gianni Pisani, Massimo Pulini, Piero Raspi, Riccardo Righini, Ilario Rossi, Giulio Ruffini, Piero Ruggeri, Brunella Saetti, Sergio Saroni, Cesare Scarabelli, Giordano Severi, Raimondo Sirotti, Giacomo Soffiantino, Alberto Sughi, Fortunato Teodorani, Ernesto Treccani, Wladimiro Tulli, Renzo Vespignani, Tono Zancanaro e Carmelo Zotti.
La raccolta sedimentata negli spazi del Palazzo del Turismo si è costituita a partire dai primi anni Cinquanta, attraverso le edizioni del premio per artisti promosso dall'Azienda Autonoma di Soggiorno e donazioni varie. La raccolta è prevalentemente composta da opere di grafica e di pittura tra cui si ricordano i lavori di Pompilio Mandelli, Osvaldo Piraccini, Riccardo Licata, Luciano Caldari, Tono Zancanaro, Ernesto Treccani, Ilario Rossi, Giulio Ruffini, Ennio Morlotti e Bruno Cassinari.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.