Museo del Risorgimento e dell'Età Contemporanea
Corso Garibaldi, 2
Faenza (RA)
Bucci Ferdinando
1898/ 1972
dipinto

tela/ pittura a olio
cm. 117 (la) 85 (a)
sec. XX (1930 - 1940)
-

Si tratta del dipinto di Ferdinando Bucci, copia dell'opera di Tommaso Dal Pozzo, che raffigura lo scontro alle Balze di Scavignano, luogo allora di confine, sulla via che conduce a Modigliana, fra il territorio dello Stato Pontificio e quello del Granduca di Toscana. La battaglia, a cui prese parte anche Don Giovanni Verità, rappresenta un celebre episodio del Risorgimento faentino. Riporta Masoni: "Nell'estate del 1845 in Senigallia segretamente convennero i rappresentanti d'ogni centro della Romagna, dove deliberarono che ogni paese della nostra regione sarebbe, in un'epoca fissa, insorto cercando di imposessarsi dei legati del governo, per richiamare così l'attenzione di tutta Europa... Faenza non rimaneva certo inoperosa spettatrice del risveglio generale. Quaranta suoi cittadini condotti dal conte Raffaele Pasi, insieme ad altri cinquanta di Bagnacavallo condotti da Pietro Beltrami e da Oreste Biancoli a cui si unirono sette di Russi guidati dal giovane ardente Domenico Pezzi, quattro di Lugo ed altri pochi di Castel Bolognese e di Modigliana, corsero coll'armi in aiuto dei rivoltosi delle Balze".