Teatro Michele e Ubaldo Ronci - Morciano di Romagna

Dati tecnici
pianta a ferro di cavallo con palchi e loggione
capienza totale della sala 400 posti
anni Ottanta-Novanta
Pubblicazioni e Cataloghi
Teatri storici in Emilia-Romagna, a cura di S. M. Bondoni, Bologna 1982, p. 246;
Le stagioni del teatro. Le sedi storiche dello spettacolo in Emilia-Romagna, a cura di L. Bortolotti, Bologna 1995, p. 203;
E. Vasumi Roveri, I teatri di Romagna. Un sistema complesso, Bologna 2005, p. 156-159, 187;
E. Belisardi, Morciano di Romagna. Il cammino storico, umano e culturale dalle origini a oggi, Rimini 2015 (pubblicato postumo), p. 213-220.
via Roma, 60
47833 Morciano di Romagna (RN)

Fondazione: XX (1900-1999)
Tra i teatri storici della Valconca quello di più recente fondazione è il Teatro Condominiale di Morciano, successivamente intitolato a Michele e Ubaldo Ronci (padre e figlio, furono eroi nazionali del Risorgimento, morirono combattendo gli Austriaci nel 1849).
Nel 1902 un’associazione di privati cittadini ottiene dal Comune l’area su cui si impegna ad erigere un nuovo teatro, adeguato al decoro della comunità, concedendo in cambio l’uso del palco d’onore e la facoltà di utilizzare il teatro in occasione di eventi di pubblico interesse, quali premiazioni, conferenze, commemorazioni ecc.
Il progetto venne affidato a Giuseppe Attilio Balducci, architetto e ingegnere che, laureato a Bologna, era operativo tra gli altri a Morciano, Fano e Forlì.
Nel Capodanno 1906 vi fu una prima apertura, l’inaugurazione ebbe luogo nel 1907 per la Fiera di San Gregorio con la messa in scena del dramma risorgimentale Vecchi eroi di Augusto Novelli. Tra gli attori figurava anche Riccardo Renzi padre di Pina, futura attrice di successo. Per l’occasione le scene furono realizzate dallo scenografo Rufo Reffi.
A Morciano fin dai primi del ‘900 erano attive sia una Filodrammatica che una Filolirica per la messa in scena di spettacoli cui si aggiungevano quelli delle compagnie itineranti ed esisteva già uno spazio adibito a teatro.
Nel nuovo teatro le rappresentazioni drammatiche si alternarono a quelle comiche, grazie all’apporto della Filodrammatica, ch’ebbe il suo periodo più fecondo sotto la direzione di Matteo Ghigi.
Dal 1924, con la messa in scena di Rigoletto, prende avvio l’annuale appuntamento con lo spettacolo lirico in occasione della Fiera di San Gregorio. Le stagioni operistiche si protrassero fino agli anni Trenta sia durante la Fiera che in altri periodi dell’anno.
Posto nel centro storico del paese il teatro è un edificio autonomo, di gusto classicheggiante, la cui facciata tripartita presenta un corpo centrale leggermente aggettante con ampio ingresso al piano terra, cui si affiancano altre due aperture nei corpi laterali. Il registro superiore si caratterizza per una trifora fiancheggiata da nicchie nella parte centrale.
All’interno un piccolo foyer introduce alla sala teatrale dalla caratteristica pianta a ferro di cavallo con tre ordini sovrapposti di palchi, suddivisi da bassi tramezzi e sostenuti da agili colonnine, tutte in ghisa al primo e secondo ordine, mentre al terzo sono solo all’apparenza tutte uguali. In realtà sono in ghisa dove funzionali, ossia ove poggia la capriata del tetto e in legno dove hanno solo funzione decorativa. Pressoché assenti le decorazioni sia pittoriche che plastiche.
Assai originale il sipario coevo fatto di affiches pubblicitarie originali mentre il proscenio si caratterizza per la presenza di due palchi ad arco.
Il palcoscenico è proporzionato al teatro e dotato di graticcio ligneo originale, presenta inoltre ad entrambi i lati una curiosa balconata sorretta da colonnine cui si accede da una scala. Il sottopalco un tempo era praticabile e veniva utilizzato nelle serate danzanti come privé.
Il ridotto posto al primo piano, a lungo adibito a circolo ricreativo ha una fisionomia anni ’60, è attrezzato con tavoli, pianoforte e area bar cucina. Solo da questo ambiente è possibile accedere al loggione.
I recenti restauri sono stati curati dalla famiglia Bigi che ne è proprietaria. Il teatro svolge attività culturale e musicale di cui Lucilla Bigi è animatrice. Inoltre in teatro ha sede l'associazione culturale "Il Setticlavio - passepartout teatro" attraverso la quale sono state organizzate e proposte attività a carattere soprattutto musicale.
Questa scheda è stata redatta con l’apporto della stessa Lucilla Bigi che conosce a fondo la storia del teatro.
(Lidia Bortolotti)


Situated in the centre of town, the theatre has been owned privately since 1902, the year it was commissioned by the local society of upper-tier box holders, which gave the municipal administration the box of honour in exchange for the land on which to build the theatre.
It now has new private owners and serves as the headquarters for “Il Setticlavio”, a musical association.
The façade has three entrances with arched windows over them, alternated with niches.
The horseshoe-shaped interior is simple and elegant, with three tiers of balconies sustained by slender columns – made of cast iron in the first and second tiers, alternated with wooden columns in the third tier – and boxes separated by low brick dividers.
Recent restoration work has revived the original architectural layout and decorations, which were extensively altered over the years. The entire exterior wall was restored with new brick-coloured plaster and the relief moulding was redone.
Inside, the trusses of the ceiling and the flies of the stage, both of which made of wood, were consolidated and disinfested. The old partitions of the upper gallery were removed, permitting access to the lobby and restoration of the entire corridor.
An agreement reached by the municipality and the owners will permit construction of the dressing rooms.
The theatre currently offers concerts, plays and operettas.
(Luisa Masetti Bitelli)

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.