Teatro Napoleone Bonaparte poi Golfarelli - Civitella di Romagna

Dati tecnici
pianta ellittica con palchetti
Pubblicazioni e Cataloghi
Monografia della Provincia di Forlì, a cura di Bordanini e Casali, Forlì 1866-1880;
E. Vasumi Roveri, I teatri di Romagna. Un sistema complesso, Bologna, 2005, p.110-112, 175, 191.
via G. Garibaldi , 34
47012 Civitella di Romagna (FC)

Fondazione: XIX (1800-1899)
Fin dalla metà del '700 a Civitella è documentata la presenza di un teatro fatto costruire dalla famiglia Golfarelli.
La sala teatrale tuttora esistente venne costruita, a spese di Lorenzo Golfarelli, dal 1819 al 1824.
Progettista fu l'ingegnere Giuseppe Missirini, autore anche dei progetti per il teatro di Meldola e per i teatri forlivesi da ubicarsi l'uno al secondo piano del Palazzo già Rossetti e l'altro nel Magazzino dell'Abbondanza. Questi due esempi di ristrutturazione architettonica non hanno trovato realizzazione, ma le tavole di progetto, conservate presso la Biblioteca comunale di Forlì (Racc. Piancastelli), restano valida testimonianza dell'evoluzione architettonica dell'edilizia teatrale.
Il progetto del Missirini, datato 1811, prevedeva la costruzione della cavea comprendente tre ordini di palchi, del foyer e del palcoscenico. Le decorazioni della volta, delle pareti e dell'arcoscenico, opera del bolognese Silvio Gordini, erano costituite da stucchi, dorature e motivi floreali. Per ampiezza poteva contenere 600 persone e per eleganza era giudicato "convenientissimo al paese" (cit. Monografia... 1866). Venne inaugurato nel 1825 e dedicato a Napoleone Bonaparte per la presa di Mosca.
La facciata è caratterizzata al primo piano da tre porte ad arco. Sopra queste, al secondo piano, si trovano tre finestre di cui quella centrale munita di balconcino. Una lapide ricorda sia Golfarelli che il progettista Giuseppe Missirini. La sala si compone di tre ordini di undici palchi, di cui il terzo costituisce il loggione. Un sistema di archi a sesto acuto regge la volta. Durante la seconda guerra mondiale fu occupato dalle truppe tedesche che lo usarono in modo improprio e lo danneggiarono. Fu recuperato nel dopoguerra. Il 5 marzo 1970 il teatro fu fortemente danneggiato da un incendio che causò il crollo del soffitto. In seguito è stato restaurato con criteri che ne hanno stravolto la tipologia originaria.
Il teatro, per lungo tempo di proprietà privata, da un certo momento in poi non ha più svolto la sua funzione originaria. E' stato utilizzato dai ragazzi delle scuole per l'allestimento di spettacoli; poi vi si sono tenute per feste danzanti e saltuariamente per attività espositive. Acquisito recentemente dall'Amministrazione comunale, con l'intento di renderlo nuovamente fruibile e restituirlo alla funzione originaria, sono stati avviati i necessari interventi.
Il 15 ottobre 2016 il teatro è stato riaperto a seguito della realizzazione di un primo stralcio di lavori di ristrutturazione e restauro, per l'occasione si è tenuta la mostra temporanea "Civitella a teatro" con le immagini scattate nel tempo in questa sala.
(Nadia Ceroni - Lidia Bortolotti)

The Civitella theatre hall was built between 1819 and 1824, and funded by L. Golfarelli.
It was designed by the engineer Giuseppe Missirini, who had also designed the projects for the theatre in Meldola and the two theaters in Forlì, one of which was on the first floor of the former Palazzo Rossetti and the other in the Magazzino dell'Abbondanza. These two examples of architectural restoration were never realized, but the project sketches, held at Forlì’s municipal library (Piancastelli collection), are a valid testimony of the architectural evolution of theatre building.
Missirini’s project, from 1811, called for the construction of an auditorium, three orders of boxes, a foyer, and a stage. The decorations on the vault ceiling, walls, and proscenium included stuccos, gildings, and floral motifs. The theatre could seat 600, and thanks to its elegance it was considered “an asset to the town" (cit. Monografia.. 1866). It was inaugurated in 1825 and dedicated to Napoleon for his conquest of Moscow.
The façade features three arched doorways on the first floor. Above them, on the second floor, are three windows, the central one with a small balcony. A plaque commemorates L. Golfarelli and the project planner Giuseppe Missirini. The main order has three tiers of eleven boxes, the third of which doubles as the gallery. A series of lancet arches supports the vault ceiling. On 5 March 1970, the theatre suffered serious damage from a fire that caused the ceiling to collapse. The ceiling was then restored according to criteria that greatly changed its original appearance.
(Nadia Ceroni)

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.