Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali - Ravenna

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Tipologia Collezioni
Pubblicazioni e Cataloghi
Collina C. (a cura di), I luoghi d'arte contemporanea in Emilia-Romagna: arti del Novecento e dopo - 2. ed. aggiornata, Bologna, Clueb, 2008.

Bazzoni M., Il centro dantesco di Ravenna, in IBC: informazioni, commenti, inchieste sui beni culturali, Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, Bologna, IBC, 2008, p. 72-74.

Fantini E., Centro dantesco dei Frati minori conventuali di Ravenna, Ravenna, Provincia di Ravenna, 2001.

Bonilauri F., Museo Dantesco, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, p.160, n. 30.
Via Dante Alighieri, 4
48121 Ravenna (RA)
Tel: 0544 336 67
Fax: 0544 218 476
Tematico e/o specializzato
Tematico
Arte contemporanea storica (1900-1950)
Arte contemporanea attuale (1950 ad oggi)
Medaglistica
Ubicata nell'ex convento di San Francesco assieme al Museo Dantesco, la raccolta, aperta per la prima volta al pubblico nel 1990 dopo i grandi restauri dei chiostri francescani, espone una scelta degli oltre 500 bronzetti e delle oltre 2000 fra medaglie e monete rappresentanti Dante o temi danteschi; un settore è dedicato alle illustrazioni dantesche e comprende edizioni illustrate, raccolte grafiche senza testo, quadri a olio e a tempera. Di particolare rilievo l'edizione più grande e quella più piccola della Divina Commedia e la microcalligrafica di G. Cossovel (1888). Il secondo chiostro, detto "Cassa", è sede espositiva della Biennale Internazionale della Medaglia, della piccola scultura dantesca e di mostre d'arte dedicate al Poeta curate dal Centro Dantesco. Nella grande sala fra i due chiostri al primo piano del complesso minoritico, ha sede la biblioteca del Centro che, fondata nel 1964 da padre Severino Ragazzini, custodisce circa undicimila volumi tra cui manoscritti, incunaboli, cinquecentine, e traduzioni dell'opera dantesca.

The collection, located in the former convent of San Francesco along with the Dante Museum, was opened to the public for the first time in 1990 after extensive restoration of the Franciscan cloisters. It displays a selection of over 500 bronze statues and over 2,000 coins and medals depicting Dante or related subjects; one section is dedicated to illustrations of Dante and features illustrated books, bound collections of illustrations, oil and tempera paintings. The largest and smallest editions of the Divine Comedy are of particular note, as is a tiny, handwritten version on a single sheet by G. Cossovel (1888). The second cloister, known as "Cassa", hosts the International Biennial of Medals, small sculptures of Dante, and art exhibitions dedicated to the Poet curated by the Dante Centre. On the first floor of the convent, the large hall between the two cloisters hosts the Centre’s library, which was founded in 1964 by Father Severino Ragazzini and holds about 11,000 volumes, including manuscripts, incunables, 16th century printed books, and translations of Dante’s oeuvre.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.