Museo Civico Luigi Varoli - Cotignola

Orari e Tariffe
Venerdì 16.30-18.30. Sabato e domenica 10-12 e 15.30-18.30.
Aperto anche su prenotazione Gratuito Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Pubblicazioni e Cataloghi
Parisini S. (a cura di), Per antiche vie: guida al Parco Archeologico dell'Alto Adriatico, Bologna, Editrice Compositori, 2014, p. 163-165.

Montevecchi G. (a cura di), Museo civico "Luigi Varoli" di Cotignola, Ravenna, Provincia di Ravenna, 2009.

Collina C. (a cura di), I luoghi d'arte contemporanea in Emilia-Romagna: arti del Novecento e dopo - 2. ed. aggiornata, Bologna, Clueb, 2008.


Collina C. (a cura di), I luoghi d'arte contemporanea in Emilia-Romagna: arti del Novecento e dopo, Bologna, Compositori, 2004, p. 154.

Guarino M., Museo e Casa Luigi Varoli, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, p. 148, n. 13.

Casa Museo Luigi Varoli, in Zannier I. (a cura di), Viaggio nei musei della provincia di Ravenna, Ravenna, Longo, 1995, p. 126.

Museo Varoli, Cotignola, 1991.

De Grada R., Varoli, Ravenna, 1970.
Palazzo Sforza
Corso Sforza, 21 e 24
48010 Cotignola (RA)
Tel: 0545 908 879
Fax: 0545 412 82
Arte e Archeologia
Archeologia classica
Archeologia postclassica
Archeologia medievale
Pittura
Scultura
Arti applicate
Arte contemporanea storica (1900-1950)
Arte contemporanea attuale (1950 ad oggi)
Arti dello spettacolo (cinema, danza, musica, lirica, teatro di figura, teatro di prosa)
Casa-museo/dimora storica
E’ dedicato a Luigi Varoli (Cotignola, 1889-1958), pittore, ceramista, scultore, autore di cartapeste, musicista, didatta, al quale è stato conferito “in memoriam” insieme alla moglie Anna il titolo di “Giusto tra le Nazioni” da parte dello Stato di Israele e del Museo Yad Vaschem di Gerusalemme. Il museo è dislocato in più sedi: Casa Varoli, Casa Magnani e Palazzo Sforza, ricostruito nel 1961 sulle vestigia della struttura trecentesca. Nate e costruitesi intorno alla donazione Varoli, che rappresenta il cuore pulsante delle raccolte, la tipologia delle collezioni abbraccia anche una sezione archeologica e la casa di Arialdo Magnani, che fu allievo dell’artista.

In Palazzo Sforza una settantina tra dipinti, sculture lignee, terrecotte e grandi cartapeste documenta la produzione dell’artista cotignolese, ricordato in una sezione fotografico-documentaria. Sul lato opposto della strada, nel piccolo giardino della Biblioteca comunale, la Casa, recentemente ristrutturata è sede della scuola musicale comunale e documenta l'attività di di Varoli musicista, del quale conservano gli strumenti musicali: una spinetta e quattro contrabbassi. Disegni, dipinti, porte decorate e mobili rari testimoniano del soggiorno e dell'attività dell'artista. Poco distante è la Scuola di Arti e Mestieri, che promuove corsi amatoriali in continuità con la pratica delle diverse tecniche artistiche praticate da Varoli. Una collezione di reperti archeologici di età romana, medievale e rinascimentale, in cui sono compresi ceramiche, monete, piccoli bronzi, mattoni bollati e la stele del liberto Caio Vario (III sec. d.C.) rinvenuta nel 1817, accompagna il visitatore alla riscoperta della storia del territorio.


The Civic Museum is dedicated to Luigi Varoli (Cotignola, 1889-1958), a painter, ceramic and papier-mâché artist, sculptor, musician, and teacher. The title of “Righteous among the Nations” was posthumously conferred upon him and his wife by the State of Israel and the Yad Vashem Museum in Jerusalem. The museum’s exhibits are housed in three different venues: Casa Varoli, Casa Magnani and Palazzo Sforza, re-built in 1961 on the remains of the 14th century palace. The museum is organized around the Varoli donation, which forms the core of its collections, and includes an archaeological section and the home of Arialdo Magnani, who was one of Varoli’s pupils.

Palazzo Sforza displays about 70 of Varoli’s paintings, wooden sculptures, terracotta and papier-mâché works, along with a photographic section documenting the artist’s life. Across the street, in the Municipal Library’s small garden is the recently re-structured Casa Varoli, which houses the municipal school of music and documents the activities of Varoli the musician, with some of his musical instruments: a spinet and four bass violins. Drawings, paintings, decorated doors, and rare furniture all testify to the artist’s life and work here. The School of Arts and Crafts is nearby; it offers amateur classes in many of the artistic techniques used by Varoli. Finally, a collection of archaeological finds from the Roman, Medieval, and Renaissance eras, including pottery, coins, small bronze statues, stamped bricks, and the stele of the freedman Caius Varius (3rd century AD), found in 1817, help visitors discover the history of the local area.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.