Casa Museo Giorgio Morandi - Grizzana Morandi

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Barriere architettoniche
Servizi
Tipologia Collezioni
Pubblicazioni e Cataloghi
Collina C. (a cura di), I luoghi d'arte contemporanea in Emilia-Romagna: arti del Novecento e dopo - 2. ed. aggiornata, Bologna, Clueb, 2008. 

Centro di Documentazione G. Morandi e Casa-Museo Morandi, in Franzoni G., Baldi F. (a cura di), Bologna: una provincia, cento musei: l'archeologia, le arti, la storia, le scienze, l'identità: guida, Bologna, Provincia Settore cultura, Pendragon, 2005, p. 179.

Pasquali M., Morandi. Il suo ambiente, il suo paesaggio, Firenze, 2004.

Collina C. (a cura di), "I luoghi d'arte contemporanea in Emilia-Romagna: arti del Novecento e dopo", Bologna, Compositori, 2004, p.118

Pasquali M., ( a cura di), Giorgio Morandi e l'immagine di Grizzana: mostra del centenario, [s.l., s.n.], 1990.

Grizzana e il segno di Morandi: catalogo della mostra di inaugurazione dei Fienili del Campiaro: centro di documentazione Giorgio Morandi, S. l., s. n., 2000.
Loc. Campiaro, 112
40030 Grizzana Morandi (BO)
Tel: 051 673 032 9
Fax: 051 913 014
Storia
Casa-museo/dimora storica
Arte contemporanea storica (1900-1950)
Arte contemporanea attuale (1950 ad oggi)
Arte figurativa
Nel 1994 la sorella di Giorgio Morandi, Maria Teresa, dona con lascito testamentario al Comune di Grizzana la piccola e semplice villetta bianca, edificata nel 1959, che ospitò l'artista durante i suoi periodi di vacanza, a condizione della sua integrità totale e fruibilità al pubblico. La casa conserva ancora gli arredi e le suppellettili del periodo in cui fu abitata dall’artista e dalle sorelle; di particolare interesse è lo studio, in cui sono presenti alcuni strumenti di lavoro di Morandi. L’edificio è entrato a far parte del Centro di Documentazione Giorgio Morandi, fondato nel 1984 e ospitato dal 2000 nel complesso dei Fienili del Campiaro, un’area ad un chilometro dal centro del paese. Il Centro si compone quindi di tre strutture: la Biblioteca, che raccoglie testi sull'artista e il paesaggio appenninico, la sala mostre con la Donazione Mascellani ed infine la Casa di famiglia dell'artista, oggi museo.

Nella casa museo dell’artista, la biblioteca risulta illuminante per la comprensione della sua formazione e del suo operato, così come lo studio laboratorio con gli oggetti da cui traeva ispirazione per i suoi quadri, vasi, bottiglie, caraffe, ed i suoi strumenti; da qui la veduta verso il paesaggio che spesso ha ispirato l’artista, come i fienili di Campiaro, casa Veggetti e Villa Tonelli.
Attualmente la casa è diventata la sede della Biblioteca Comunale di Grizzana, cui è annessa una sala mostre e la Donazione Norma Mascellani, composta da ventidue oli e quattro acqueforti dell’artista bolognese, allieva di Morandi.
In occasione del quarantesimo della scomparsa dell’artista, il Centro di Documentazione Giorgio Morandi, presieduto da Marilena Pasquali, ha proposto alcune celebrazioni in memoria dell’artista come la struttura multimediale che costituisce Il Grande Libro Morandiano attraverso un percorso interattivo con la vita dell’artista, i luoghi appenninici da lui vissuti e l’attività del Centro; e tre giornate di studio in cui è stato presentato il volume di Marilena Pasquali, Un grande artista bolognese, il suo ambiente, il suo paesaggio, nonché il testo Giorgio Morandi. Saggi e ricerche 1990-2007 presentato, anche all’Archiginnasio di Bologna. L’ultima esposizione organizzata presso il centro è stata I Trionfi dei Tarocchi nel mondo che ha offerto una panoramica sul tema ad opera di artisti del Novecento.

In 1994 Giorgio Morandi’s sister Maria Teresa bequeathed to the Municipality of Grizzana the small and simple white house, built in 1959, in which the artist spent his holidays, on condition that it remain untouched and be opened to the public. The house still contains the furnishings and objects from the time the artist and his sisters lived there. The studio, which has some of Morandi’s work instruments, is especially interesting. The building has become part of the Giorgio Morandi Documentation Centre, which was founded in 1984 and, since 2000, has been based in the Fienili del Campiaro complex, located a kilometre from the middle of town. The Centre is composed of three structures: the library, with texts about the artist and the Apennine landscape, the exhibition room with the Mascellani Donation, and the artist’s family home, which is now a museum.

In the artist’s historic house-museum, the library offers great insight into Morandi’s training and work, as does his studio with the objects that inspired his paintings – vases, bottles and carafes – and his implements. From here, there is a view of the landscape that often inspired the artist, such as the barns of Campiaro, the Veggetti house and the Villa Tonelli.
The house has now become the headquarters of the Grizzana Municipal Library, with an annexed exhibition room and the Norma Mascellani Donation, composed of 22 oil paintings and 4 etchings by the Bologna artist, who was one of Morandi’s pupils.
On the 40th anniversary of the artist’s death, the Giorgio Morandi Documentation Centre, chaired by Marilena Pasquali, proposed several celebrations to commemorate the artist, such as the multimedia structure constituting the “Great Book on Morandi” through an interactive route examining the artist’s life, the places in the Apennines where he lived and the Centre’s activities. There were also three study days during which Pasquali’s book, entitled Un grande artista bolognese, il suo ambiente, il suo paesaggio, and the text Giorgio Morandi. Saggi e ricerche 1990–2007 were presented at the Centre and at the Archiginnasio in Bologna. The most recent show organised at the Centre was “I Trionfi dei Tarocchi nel mondo”, offering an overview of the subject of tarot cards through the eyes of 20th-century artists.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.