Museo Civico Gonzaga - Novellara

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Storia dell'edificio
Pubblicazioni e Cataloghi
Zavatta G., Pompeo Pedemonte, Giulio Rubone e Raffaellino da Reggio nel cantiere della Sala del Fico a Novellara, in Bigi Iotti A., Pirondini M., Zavatta G. (a cura di), Orsi a Novellara. Un grande manierista in una piccola corte, (Atti del convegno di studi, Novellara 19 novembre 2011), in corso di stampa (con bibliografia precedente).

Museo Gonzaga, in I musei di qualità della regione Emilia-Romagna 2010-20112, Bologna, Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, 2010, p. 92.

Collina C. (a cura di), I luoghi d'arte contemporanea in Emilia-Romagna: arti del Novecento e dopo - 2. ed. aggiornata, Bologna, Clueb, 2008. 

Bonilauri F., Museo Civico, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, p. 48, n. 12.

Garuti A. (a cura di), Novellara: la Rocca e il Museo Gonzaga, Bologna, Collana: Musei d'Italia meraviglie d'Italia, 34, Calderini, 1997, p.16.


Guida al Museo Gonzaga, Novellara 1990.
Rocca dei Gonzaga
Piazzale Marconi, 1
42017 Novellara (RE)
Tel: 0522 655 426
Arte
Arte moderna (XVI-XIX secolo)
Arte medievale (XI-XV secolo)
Numismatica
Arti applicate
Arte contemporanea storica (1900-1950)
Arte figurativa
Il museo, allestito al piano nobile della rocca di Novellara, si sviluppa lungo tredici sale espositive, cinque delle quali sono state dedicate a Lelio Orsi, per quarant'anni artista dei Gonzaga, dov'è stato trasferito il ciclo affrescato dal pittore nel salone centrale del Casino di Sopra, sulla base delle indicazioni iconografiche del conte Camillo I, presumibilmente nel 1558. Nella rocca si conservano inoltre i camini in marmo di Verona progettati dallo stesso Orsi e alcuni dei soffitti a cassettoni originari oltre ad arredi, ceramiche, monete della zecca locale e vasi da farmacia, che costituiscono una preziosa raccolta di circa 170 pezzi, tra albarelli, bottiglie e brocche risalenti al XVI-XVIII secolo. Nella prima sala sono collocati tre frammenti di affreschi datati 1280, provenienti da una distrutta chiesa locale. Nella galleria dei ritratti figurano eminenti personalità della dinastia: da Camillo I a Filippo Alfonso, grande di Spagna; da Vittoria di Capua a Matilde d'Este.

The Museum is located on the piano nobile of Novellara’s fortress. Its displays take up 13 rooms, including five dedicated to Lelio Orsi, who worked as an artist for the House of Gonzaga for 40 years. These five rooms now host Orsi’s cycle of frescos from the central hall of the Casino di Sopra, which the painter decorated on the basis of Count Camillo the First’s instructions, presumably in 1558. The fortress still displays the Verona marble fireplaces designed by Orsi himself as well as some of the original vaulted ceilings, furniture, pottery, local coins, and pharmacy vases, which along with albarello jars, bottles, and jugs from the16th to 18th centuries, make up a collection of about 170 items. The first room displays three fragments of frescos dating back to 1280, and originally located in a long-destroyed local church. The portrait gallery features illustrious members of the Gonzaga dynasty: from Camillo the First to Filippo Alfonso, Grandee of Spain; from Vittoria di Capua to Matilde d'Este.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.