Museo dell'Ocarina e degli Strumenti Musicali in Terracotta - Budrio

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Pubblicazioni e Cataloghi
Museo dell'Ocarina e degli Strumenti Musicali in Terracotta, in I musei di qualità della regione Emilia-Romagna 2010-20112, Bologna, Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, 2010, p. 17.

Museo dell'Ocarina e degli Strumenti Musicali in Terracotta, in Franzoni G., Baldi F. (a cura di), Bologna: una provincia, cento musei: l'archeologia, le arti, la storia, le scienze, l'identità: guida, Bologna, Provincia Settore cultura, Pendragon, 2005, p. 161.

Tamassia P., Museo dell'Ocarina e degli Strumenti Musicali in Terracotta, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, p. 104, n. 44.

Molinari Pradelli A. (a cura di), Il suono dell'argilla: l'ocarina di Budrio 150 anni dopo, Budrio, Comune di Budrio, Assessorato alla cultura, 2003.

Adversi A., L'ocarina di Budrio, Bologna, 1963.
Progetti IBC
Via Garibaldi, 35
40054 Budrio (BO)
Tel: 051 692 830 6, 051 692 827 9
Fax: 051 692 828 9
Tematico e/o specializzato
Arti dello spettacolo (cinema, danza, musica, lirica, teatro di figura, teatro di prosa)
Il Museo dell'Ocarina e degli Strumenti musicali in Terracotta conserva una raccolta di modelli, documentazioni fotografiche e altro materiale relativo all'ocarina, oltre ad una collezione di flauti globulari e piccoli strumenti in terracotta provenienti da vari paesi del mondo.

L'ocarina in terracotta di Budrio è uno strumento musicale a fiato la cui origine risale alla metà del secolo scorso. Il museo, inaugurato nel dicembre 1994, si propone come luogo di raccolta e di conservazione di questi strumenti e della varia documentazione che riguarda la loro storia. A questi materiali di provenienza locale si affiancano diverse tipologie di strumenti musicali in terracotta provenienti da tutto il mondo. La raccolta è stata incrementata in occasione di alcune mostre allestite a partire dagli anni Ottanta, e comprende attualmente una cospicua serie di ocarine corredate dagli attrezzi per la loro fabbricazione utilizzati dai diversi artigiani che hanno operato a Budrio o che, trasferitisi dal paese natale, hanno diffuso la conoscenza di questo strumento in Italia e nel mondo.

The Museum of the Ocarina and Terracotta Musical Instruments houses a collection of models, photographs, and other material related to ocarinas, as well as a collection of vessel flutes and small terracotta musical instruments from many different countries.

Budrio’s typical terracotta ocarinas are woodwind instruments whose origin dates back to the mid-19th century. The Museum, which was inaugurated in December 1994, aims to promote and display these instruments and document their history. Along with the locally-produced ocarinas, the Museum also displays various terracotta instruments from throughout the world. The collection was augmented during several exhibitions held in the 1980s, and currently holds a great many ocarinas, along with the tools used to build them by the many artisans who worked in Budrio or who moved elsewhere, bringing their skills with them and helping to make Burdio’s ocarinas known throughout Italy and the rest of the world.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.