Museo dei Burattini - Budrio

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Pubblicazioni e Cataloghi
Museo dei Burattini, in I musei di qualità della regione Emilia-Romagna 2010-20112, Bologna, Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, 2010, p. 16.

Guarino M., Fabbri I. (a cura di), Chi è di scena!: Burattini e Marionette in Emilia-Romagna, Bologna, Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, 2009, DVD video.


Museo dei Burattini, in Franzoni G., Baldi F. (a cura di), Bologna: una provincia, cento musei: l'archeologia, le arti, la storia, le scienze, l'identità: guida, Bologna, Provincia Settore cultura, Pendragon, 2005, p. 159.

Grossi L. (a cura di), Museo dei burattini, Budrio (BO): Piano museale 2004, Bologna, Centro regionale per il catalogo e la documentazione, 2004.

Zanella V. (a cura di), Il museo dei burattini: collezione Zanella-Pasqualini, Budrio, 2000.

Guarino M. (a cura di), Chi è di scena. Baracche, burattini e marionette: in mostra dalle collezioni emiliano-romagnole, Bologna, 1999.
Via Garibaldi, 29
40054 Budrio (BO)
Tel: 051 692 830 6, 051 692 827 9
Fax: 051 692 828 9
Spettacolo
Arti dello spettacolo (cinema, danza, musica, lirica, teatro di figura, teatro di prosa)
Il museo, allestito in due sedi separate, documenta la storia del teatro d'animazione attraverso l'esposizione della prestigiosa collezione di burattini e marionette dei coniugi Vittorio Zanella e Rita Pasqualini, della compagnia “Teatrino dell'Es”. La collezione si compone di migliaia di pezzi provenienti dalle famiglie marionettistiche, burattinaie e pupare di tutta Italia. E' ospitata all'interno della cosiddetta Casina del Quattrocento, storico edificio del centro, il cui allestimento per nuclei di provenienza accompagna il visitatore alla scoperta del variegato mondo del teatro di figura grazie alla ricca esposizione di burattini, marionette, pupi, ombre, baracche, scenografie, sipari, impianti luce, documenti, manoscritti, costumi ed attrezzerie. La collezione negli anni è stata incrementata dall'acquisto delle raccolte di Alessandro Cervellati e Alberto Menarini, studiosi e cultori della tradizione bolognese, caratterizzate da un prestigioso patrimonio scenico opera di burattinai quali Amilcare Gabrielli, Arturo Veronesi, Umberto Malaguti. In parte acquistata dai coniugi Liliana e Marino Perani e successivamente dal Comune, questa collezione, esposta nella sede museale di via Garibaldi, si compone di oltre un centinaio di burattini della prima metà del Novecento, di costumi, fondali e di un nucleo di teste. Il Museo, con mostre, animazioni, spettacoli e laboratori, continua attivamente la tradizione dei burattini.

The Museum, housed in two different locations, documents the history of animation theatre by displaying the valuable collection of puppets and marionettes put together by Vittorio Zanella and his wife Rita Pasqualini, of the “Teatrino dell'Es” theatre company. The collection includes thousands of marionettes, puppets, and hand puppets from throughout Italy. It is housed in the so-called Casina del Quattrocento, a historic building in the town centre. The collections are arranged according to geographic origin, and visitors discover the varied world of theatre thanks to the rich displays of puppets, marionettes, Sicilian “pupi” hand puppets, shadow puppets, stage sets, stage curtains, lighting systems, documents, manuscripts, costumes, and instruments. Over the years, the collection was augmented with the acquisition of other collections belonging to Alessandro Cervellati and Alberto Menarini – two scholars of Bologna’s traditions – which featured valuable stage sets by puppet-makers such as Amilcare Gabrielli, Arturo Veronesi, Umberto Malaguti. Part of the collection was purchased by Liliana and Marino Perani, and subsequently by the municipal administration. It is housed in the Museum’s second location in Via Garibaldi, and includes over 100 puppets from the first half of the 20th century, costumes, stage backdrops, and a collection of puppet heads. The Museum keeps the puppet-makers’ tradition alive through exhibitions, plays, performances, and workshops.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.