San Giorgio in Poggiale - Bologna

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Storia dell'edificio
ex Chiesa di San Giorgio in Poggiale
Via Nazario Sauro, 22
40121 Bologna (BO)
Tel: 051 2750202
Fax: 051 273188
Arte
Fotografia
Grafica
Arte contemporanea attuale (1950 ad oggi)
San Giorgio in Poggiale è parte integrante di “Genus Bononiae - Musei nella Città”, un percorso artistico, culturale e museale articolato in edifici del centro storico di Bologna caratterizzati da un'identità artistico-culturale specifica, restaurati e recuperati all’uso pubblico. Progetto della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, nasce per meglio descrivere e comprendere il genus, la stirpe dei Bolognesi, integrandosi nella struttura istituzionale esistente attraverso collegamenti con gli altri musei, pinacoteche, realtà culturali, economiche e sociali della città.
La Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale è una biblioteca di conservazione e di consultazione, che custodisce importanti fondi di libri antichi e un’ampia sezione di libri moderni. Accanto al repertorio librario, ci sono una emeroteca, in cui sono conservati quotidiani e periodici dalla fine del XVIII secolo, e un ricco archivio fotografico, testimonianza preziosa della vita cittadina dall’Ottocento in poi.
La sala di lettura è arricchita con opere d’arte contemporanea di Claudio Parmiggiani e Piero Pizzi Cannella.
Il patrimonio delle Collezioni della Fondazione della Cassa di Risparmio, un tempo qui esposte, è destinato ad essere trasferito nel Museo della Città di futura apertura, che avrà la sua sede in Palazzo Pepoli Vecchio.

Il patrimonio della Biblioteca è costituito da libri antichi, libri moderni (dal 1831 ad oggi), manoscritti, incunaboli, bandi, editti, notificazioni, opere in e relative alla musica. Ai volumi si affiancano un’importante emeroteca e un archivio fotografico.
Il patrimonio librario consiste in 100.000 libri, di cui 60.000 parte di fondi, frutto di acquisti, legati testamentari o donazioni. Sono costituiti principalmente da volumi di storia e storia dell’arte locali, anche se mantengono caratteristiche specifiche legate alle personalità dei loro proprietari precedenti. A questi si aggiunge un ulteriore nucleo storico formatosi a partire dal 1837 (data di fondazione della Cassa di Risparmio in Bologna) alla fine degli anni Ottanta, all'interno del quale sono reperibili testi antichi e moderni.
La collezione di quotidiani e periodici annovera titoli e testate di varia natura dalla fine del XVIII secolo ad oggi. Attualmente sono attivi una ventina di abbonamenti a riviste specializzate in storia dell'arte.
La fototeca è costituita da un nucleo di circa 60.000 fototipi, articolati in diversi fondi. La storia dell'archivio fotografico ha inizio nella prima metà del secolo scorso, quando l'allora conservatore delle Collezioni della Cassa di Risparmio di Bologna si rese conto dell'importanza di acquisire documenti che testimoniassero i cambiamenti urbanistici di Bologna dopo l'attuazione del piano regolatore del 1889.

San Giorgio in Poggiale is an integral part of “Genus Bononiae – Museums in the City”, an artistic, cultural, and museum route comprising several buildings in Bologna’s historic city centre. These buildings, which are characterized by a specific cultural and artistic identity, have been restored and brought back to public use. The idea behind the project, which was spearheaded by the Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, is to better describe and understand the Bolognese people, by integrating with the existing institutional structure through links with other museums, art galleries, and the city’s cultural, economic, and social institutions. The Art and History Library in San Giorgio in Poggiale has both conservation and consultation purposes. It holds an important collection of ancient books and a wide selection of modern books. Along with the main library, it includes a newspaper archive featuring dailies and periodicals from the end of the 18th century to the present, and an extensive photographic archive which provides valuable testimony on city life from the 19th century until today. The reading room is decorated with contemporary works of art by Claudio Parmiggiani and Piero Pizzi Cannella. The collections of the Fondazione della Cassa di Risparmio, which were once on display here, are destined to be moved to the Museum of the City, which is slated to open soon at Palazzo Pepoli Vecchio.

The library’s holdings include ancient books, modern books (from 1831 to the present), manuscripts, incunabula, public notices, edicts, notifications, opera librettos, and works on music. Along with the library, there is an extensive newspaper archive and a photographic archive. The holdings include 100,000 books, of which 60,000 come from collections that were purchased, donated, or bequeathed. Most deal with local history or art history, and many bear specific characteristics from their previous owners. In addition to these is a historic collection which was put together from 1837 (the year when the Cassa di Risparmio in Bologna was founded) to the late 1980s, and which includes both modern and ancient texts. The collection of daily newspapers and periodicals includes publications of many different types from the late 18th century to the present. The library currently subscribes to about twenty art history journals. The photo archive includes about 60,000 images, which comprise several different collections. The history of the photo archive begins in the first half of the 20th century, when the curator of the collections of the Cassa di Risparmio in Bologna realised the importance of acquiring documents that would testify to the changes in Bologna’s cityscape after the implementation of the 1889 zoning plan.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.