Pinacoteca Civica Il Guercino - Cento

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Pubblicazioni e Cataloghi

Rossoni E. (a cura di), La pinacoteca civica di Pieve di Cento: catalogo delle opere dal 13. al 19. secolo, Argelato, Minerva, 2004.


Gozzi F. (a cura di), Il Guercino. Le stampe della Pinacoteca civica, catalogo della mostra, Cento, 1996.


Evangelisti  S. (a cura di), La Pinacoteca civica di Pieve di Cento: collezioni comunali del Novecento. Catalogo generale, Bologna, Nuova Alfa, 1989.


La Pinacoteca civica di Cento: catalogo generale, Bologna 1987. Pinacoteca Civica Il Guercino, in I musei di qualità della regione Emilia-Romagna 2010-20112, Bologna, Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, 2010, p. 31.

Masetti Bitelli L., Pinacoteca Civica, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, p. 121, n. 5.

Gozzi F. (a cura di), La Pinacoteca civica di Cento. Guida illustrata, Bologna, 1987.
Via Matteotti, 16
44042 Cento (FE)
Tel: 051 684 328 7, 051 684 333 4
Fax: 051 684 339 8
Arte
Arte moderna (XVI-XIX secolo)
La pinacoteca si è costituita nel 1839 all'interno del Palazzo del Monte di Pietà. Qui furono riunite numerose opere d'arte provenienti da vari edifici di culto soppressi in età napoleonica. Nei decenni successivi, a quel primo nucleo si aggiunsero altre opere provenienti da acquisizioni effettuate dal Comune, da depositi di privati e da pubbliche istituzioni. Negli anni Quaranta furono ampliati gli spazi espositivi; Carlo Ludovico Ragghianti procedette a una schedatura finalizzata all'aggiornamento attributivo dei dipinti in base alle indicazioni della coeva storiografia artistica. Risale a quel periodo l'ingresso in museo di una parte degli affreschi staccati e trasportati su tela di casa Pannini, eseguiti dal Guercino e da aiuti della sua bottega fra il 1615 e il 1617, dono della famiglia bolognese Rosselli Del Turco che ne era entrata in possesso per vicende ereditarie.

Il percorso espositivo attuale della pinacoteca si snoda secondo un criterio cronologico. Vi si registra la più alta concentrazione di opere del Guercino e dei suoi allievi e seguaci, prevalentemente centesi e in buona parte imparentati col pittore. Studi e ricerche recenti hanno consentito di stabilire le effettive paternità delle singole opere di marca guercinesca, come quelle riferite alla famiglia Gennari: da Benedetto Gennari seniore a Giovanni Battista Gennari, da Lorenzo, Bartolomeo, Ercole a Cesare e Benedetto Gennari iuniore. Accanto a questa nutrita serie di opere che caratterizzano la piancoteca centese rispetto ad altre realtà museali regionali, il percorso espositivo comprende alcuni dipinti di pittori manieristi bolognesi, 'la Madonna in trono e Santi' di Ludovico Carracci e 'l'Annunciazione' di Ubaldo Gandolfi. Un ulteriore patrimonio della pinacoteca è rappresentato dalla cospicua raccolta di stampe, prevalentemente sei-settecentesche tratte da opere del Guercino e della sua bottega. Da segnalare la sala dedicata all'opera scultorea del centese Stefano Galletti.

The Art Gallery was installed in 1839 inside Palazzo del Monte di Pietà. It drew together numerous works of art from various places of worship that were suppressed during the Napoleonic era. During subsequent decades, the initial core collection was augmented by other works purchased by the municipal administration from private subjects and public institutions. The exhibition space was enlarged in the 1940s; Carlo Ludovico Ragghianti updated the classification of the museum’s paintings on the basis of the tenets of art history at the time. During that time, the Museum also acquired some of the frescos from the Pannini home that were detached and transferred to canvas. These frescos were made by Guercino and his workshop between 1615 and 1617, and were donated by the Bolognese family Rosselli Del Turco, who had inherited them.

The Museum’s current exhibits are arranged in chronological order. They feature the highest concentration of works from Guercino and his trainees and followers, most of whom were from Cento, and often related to the artist. Recent studies and research have made it possible to establish the actual authorship of each of these works, many of which were by the Gennari family: from Benedetto Gennari senior to Giovanni Battista Gennari, from Lorenzo, Bartolomeo, and Ercole to Cesare and Benedetto Gennari junior. Along with this extensive series of work, which sets Cento’s Art Gallery apart from other regional museums, the exhibition includes some works by Bolognese mannerist painters, such as Ludovico Carracci’s Madonna in a throne with saints and Ubaldo Gandolfi’s Annunciation. The Museum also has an important collection of prints, mostly from the 17th and 18th centuries and drawn from works by Guercino and his workshop. One hall is dedicated to the work of the Cento-born sculptor Stefano Galletti.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.