Casa Romei - Ferrara

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Storia dell'edificio
Pubblicazioni e Cataloghi
Muscolino C., Ferrara: Casa Romei: le grottesche di Tobiolo, in QdS: Quaderni di soprintendenza , 2006.6, p. 113-118.

Guarino M., Casa Romei, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, p. 128, n. 17.

Di Francesco C. (a cura di), Le Sibille di Casa Romei: storia e restauro, Ministero per i beni culturali e ambientali, Soprintendenza per i beni ambientali e architettonici di Ravenna, Ravenna, Longo, 1998.

Muscolino C., Casa Romei, una dimora rinascimentale a Ferrara, Bologna, 1989.

Capponi G., Casa Romei, in Restauri in Romagna e Ferrara, Forlì, 1980.
Via Savonarola, 28-30
44121 Ferrara (FE)
Tel: 0532 234 130 (biglietteria)
Arte
Casa-museo/dimora storica
Arte medievale (XI-XV secolo)
Sorta come abitazione del banchiere Giovanni Romei, sposo di Polissena d'Este, all'epoca del marchesato di Leonello e Borso d'Este, rappresenta un modello esemplare di dimora signorile ferrarese del Quattrocento. Disposti su due ordini con porticati aperti sul cortile principale, gli ambienti di casa Romei vennero affrescati in epoca rinascimentale.

Al pian terreno, dalla Sala dei Profeti decorata con un giardino recintato si accede alla Sala delle Sibille, con affreschi attribuiti ad Andrea di Pietro e Giovanni Galeazzo da Milano, attivi a Ferrara nella seconda metà del Quattrocento. Qui si trova l'unico esemplare ferrarese di camino a cappa emidecagonale. Al piano nobile i fregi a grottesche eseguiti dalla bottega dei Filippi, con i riquadri di 'Tobiolo e l'Angelo' e 'David e Golia' attribuiti a Bastianino, decorano la parte rinnovata su commissione del cardinale Ippolito II, il cui stemma campeggia nel Salone d'Onore. Lo studiolo di Giovanni Romei presenta un raro soffitto a cassettoni ornato di carte xilografate. Il percorso museale si snoda attraverso i due piani dell'edificio. Lungo le pareti delle sale al piano nobile si allineano affreschi e sculture, in prevalenza del XIV secolo, provenienti da chiese ferraresi. Nello studiolo di G. Romei e nell'adiacente "saletta verde" sono state riunite alcune sculture restaurate. Al piano terreno si trova una raccolta lapidea in attesa di sistemazione. Tra i pezzi di maggiore interesse si segnalano il monumento funebre di Tommasina Gruamonti, del 1498, proveniente dalla ex chiesa di S. Andrea e il pulpito in marmi policromi già nel refettorio della Certosa.

Casa Romei was originally the home of the banker Giovanni Romei, husband of Polissena d'Este, when the marquisate of Ferrara was ruled by Leonello and subsequently Borso d'Este. It is a stellar example of a 15th century aristocratic residence in Ferrara. This two-story building featured porticos overlooking a central courtyard, and its rooms were decorated with frescoes during the Renaissance era.

On the ground floor, the Sala dei Profeti, decorated with a gated garden, leads to the Sala delle Sibille, with frescoes attributed to Andrea di Pietro and Giovanni Galeazzo, who were from Milan but worked in Ferrara in the second half of the 15th century. This room hosts Ferrara’s only example of a chimney with a hemi-decagonal hood. The piano nobile features grotesque friezes by the Filippi workshops, and insets with the paintings of Tobias and the Angel and David and Goliath attributed to Bastianino decorate the section whose renovation was commissioned by Cardinal Ippolito II, whose coat of arms dominates the Reception Hall. Giovanni Romei’s studio features a rare example of a vault ceiling decorated with xylographed paper. The museum’s exhibits take up both floors of the building. The walls of the piano nobile’s rooms are decorated with frescoes and sculptures from Ferrara’s churches, mostly from the 14th century. G. Romei’s studio and the adjacent “green room” feature several restored statues. The ground floor temporarily houses a collection of stone items still awaiting a permanent home. Some of its most noteworthy items include the 1498 funerary monument to Tommasina Gruamonti, which comes from the former Church of Sant’ Andrea, and the polychrome marble pulpit from the Certosa of Ferrara.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.