Museo degli Sguardi. Raccolte Etnografiche di Rimini - Rimini

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Storia dell'edificio
Pubblicazioni e Cataloghi
Museo degli Sguardi Raccolte Etnografiche di Rimini, in I musei di qualità della regione Emilia-Romagna 2010-20112, Bologna, Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, 2010, p. 104.

Lo sguardo altrove. Il progetto etno e il patrimonio culturale extraeuropeo in Emilia Romagna, Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia – Romagna, Bologna, 2007.

Biordi M. (a cura di), Museo degli Sguardi. Raccolte Etnografiche di Rimini. Approfondimenti, Rimini, Provincia di Rimini, 2006.

Biordi M. (a cura di), Museo degli Sguardi. Raccolte Etnografiche di Rimini. Guida, Rimini, Provincia di Rimini, 2005.

Piraccini O., Museo delle Culture Extraeuropee "Delfino Dinz Rialto", in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, p. 193, n. 13.

Biordi M., Foschi P.L., Museo delle Culture Extraeuropee "Dinz Rialto", Rimini, 1995.
Villa Alvarado
Via delle Grazie, 12 - loc. Covignano
47921 Rimini (RN)
Tel: 0541 751 224, 0541 704 422
Fax: 0541 704 410
Etnografia e Antropologia
Etnologia/Etnografia
Archeologia precolombiana
Arte extraeuropea
Dedicato alle culture etnologiche ed archeologiche di Africa, Oceania e America precolombiana, il Museo degli Sguardi, è una fra le raccolte più significative d’Europa. Inaugurato nel 1972 come Museo delle Arti Primitive. Raccolta Dinz Rialto, in ossequio al suo fondatore, è stato ospitato in Castel Sismondo fino al 2000 e quindi allestito a Villa Alvarado, già Museo Missionario delle Grazie, con la denominazione di Museo degli Sguardi. Raccolte Etnografiche di Rimini per la direzione scientifica di Marc Augé.
Gli “sguardi“ sono quelli degli Occidentali che, dal primo incontro ad oggi, hanno guardato in vario modo alle culture “altre”. In una visione multiculturale, il museo favorisce una riflessione sul nostro rapporto con la cultura e l’arte dei popoli.
Assieme alle raccolte frutto dei viaggi che Delfino Dinz Rialto (1920-1979), viaggiatore-collezionista veneto, ha compiuto in Africa, Oceania ed America, sono confluite nel museo quelle dei Frati Francescani, raccolte in terra di missione, la prestigiosa Collezione Archeologica Precolombiana Ugo Canepa di Biella e una piccola ma significativa collezione amazzonica donata da Bruno Fusconi di Cesena. I materiali di questi importanti nuclei costitutivi vengono riproposti al visitatore utilizzando diverse chiavi di lettura, che riflettono altrettanti approcci nel modo di considerare, collezionare, "trattare" dal punto di vista museografico e rielaborare artisticamente le testimonianze delle culture altre.
All'interno della grotta di Villa Alvarado, uno delle numerose cavità ipogee che costellano la collina di Covignano e, più in generale, molti altri luoghi del Riminese, è stata infine sistemata una serie statuette connesse con il culto dell'acqua.

Dedicated to the ethnological and archaeological cultures of Africa, Oceania and of pre-Columbian America, the Museum of Eyes is one of the most significant collections in Europe. Inaugurated in 1972 as the Museum of Primitive Arts, Dinz Rialto Collection, in honour of its founder, it was housed in Castel Sismondo until 2000, and then it was transferred to Villa Alvarado, the former Missionary Museum of Grace, with the name of Museo degli Sguardi – Museum of Eyes. Rimini Ethnographical Collections under the scientific direction of Marc Augé. The “eyes” are those of Westerners who, ever since they first saw them, have looked at “other" cultures in various ways. Offering a multicultural vision, the museum helps us reflect on our relationship with the culture and art of different peoples. The museum houses the collections put together by Delfino Dinz Rialto (1920-1979), the traveller and collector from Veneto, on his journeys across Africa, Oceania and Africa, together with those of the Franciscan Friars, gathered in the missions, the prestigious Ugo Canepa pre-Columbian Archaeological Collection from Biella and a small but significant Amazonian collection donated by Bruno Fusconi from Cesena. This material is exhibited using different interpretations that reflect the many different approaches in the way we consider, collect, "treat" from a museological point of view and artistically revisit the works of other cultures. Inside the cave at Villa Alvarado, one of the several underground cavities that are scattered around the Covignano hill and, more generally, in many other parts of the territory of Rimini, we can find a series of statuettes connected to the cult of water.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.