Musei Civici: Sez. di Archeologica e Storia Naturale - Finale Emilia

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Storia dell'edificio
Pubblicazioni e Cataloghi
Il museo di scienze naturali di Finale Emilia, Finale Emilia, CARC, 1971.


Pesce G.B., Museo Civico di Storia Naturale, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, p. 63, n. 9.


Musei Civici Sezione di Archeologia e di Storia Naturale, in i luoghi delle idee. Musei e Raccolte della provincia di Modena, Modena, Provincia, 2005, pp. 68-69.
Castello delle Rocche
Piazza Antonio Gramsci
41034 Finale Emilia (MO)
E-mail 
Tel: 0535 788 321, 0535 788 179 (Comune)
Fax: 0535 906 89
Misto
Archeologia preistorica/paletnologia
Archeologia classica
Paleontologia
Etnologia/Etnografia
Geologia
Mineralogia
Numismatica
Il museo è nato alla fine degli anni Sessanta, con la formazione di diverse raccolte d'interesse archeologico, geologico e paleontologico da parte di studiosi e volontari locali. Nel 1992 è di proprietà comunale e dal 2002 è collocato nel Castello delle Rocche, dal quale proviene la grande Aquila Estense, in terracotta (sec. XVI), esposta nella sala d'ingresso. E' possibile osservare lungo il percorso reperti di epoca preistorica e d'età romana, collezioni numismatiche e campioni di minerali, rocce, fossili, vertebrati e invertebrati. Completa la visita una raccolta di interesse etnografico.

La raccolta archeologica, ricca di oltre milleduecento oggetti, conserva numerosi reperti preistorici, tra i quali selci e vasellame provenienti da una vicina terramara, nonché ceramiche domestiche, mattoni manubriati, esagonette pavimentali e tessere musive d'età romana, databili prevalentemente al I secolo d.C. Nel patrimonio museale si annovera una ricca collezione numismatica di circa quattrocento esemplari. Frammenti ceramici epoca compresa tra il XV ed il XVII secolo sono stati recuperati nel corso di scavi effettuati nel centro del paese, sul sito del monastero di Santa Chiara e del castello. Da ricordare l'esposizione ceramica di produzione locale dal XVII al XIX. sec. Seguono poi la raccolta geologica, con oltre ottocento reperti, quella paleontologica e quella malacologica. Vi sono campioni di minerali, rocce e fossili-vegetali, vertebrati, invertebrati di valenza nazionale ed estera. Tra i reperti fossili vegetali risulta ben rappresentato il Carbonifero della Germania, mentre per i vertebrati è da segnalare un frammento di proboscidato, recuperato nel 1980 a Vibo Valentia dai ricercatori del museo. Seguono oltre cento esemplari di conchiglie, provenienti da diversi ambienti marini. D'interesse etnografico, infine, è la raccolta formata da Antonio Simoni, governatore dell'Etiopia dal 1936 al 1938 di recente donata al museo, comprendente numerose armi bianche dal Seicento all'Ottocento, oltre ad oggetti della tribù etiope Sidamo.

The museum was born in the late 1970s after local scholars and volunteers put together a number of collections of great archaeological, paleontological, and geological interest. The museum has been municipally owned since 1992 and has been housed since 2002 in Castello delle Rocche, from whence came the large terracotta Estense Eagle (16th century) on display in the lobby. Items on display include pre-historic and Roman material, numismatic collections, and minerals, rocks, fossils, and vertebrate and invertebrate specimens. The exhibits end with an ethnographic collection.

The archaeological collection features over 1,200 items including prehistoric material – such as flint objects and pottery fragments from a nearby Terramare settlement – as well as domestic pottery, bricks with handles, hexagonal floor tiles, and mosaic tiles from the Roman era, mostly from the first century AD. The museum’s rich numismatic collection comprises about 400 items. Ceramic fragments from the 15th to the 17th centuries were recovered during digs in the town centre, at the Santa Chiara Monastery, and in the castle. Local ceramic pottery from the 17th to the 19th century is also on display. The exhibits continue with a geological collection with over 88 specimens, along with the paleontological and malacological collections. There are specimens of minerals, rocks, plant fossils, vertebrates, and invertebrates from Italy and abroad. Among plant fossil specimens, the Carboniferous of Germany is particularly well represented, while the most important vertebrate fossil is a fragment from the order Proboscidea found in 1980 in Vibo Valentia by museum researchers. There are also over 100 shell specimens from various marine environments. Of great ethnographic interest is a collection recently donated to the museum and made by Antonio Simoni, governor of Ethiopia from 1936 to 1938, which includes numerous melee weapons from the 17th to 19th centuries, as well as objects from the Sidamo people of Ethiopia.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.