Museo Francesco Baracca - Lugo

Orari e Tariffe
Martedì - domenica 10-12 e 16-18. Chiuso 1° gennaio, 15 maggio, seconda e terza settimana di agosto e dal 25 al 31 dicembre. Intero: € 2,50 Ridotto: € 1,50 Accessibile
Servizi
Tipologia Collezioni
Storia dell'edificio
Pubblicazioni e Cataloghi
Casa Museo F. Baracca, in I musei di qualità della regione Emilia-Romagna 2010-2012, Bologna, Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, 2010, p. 85.

Cani N., Stella G.C., Il museo Francesco Baracca in Lugo di Romagna: considerazioni storiche, museografiche e museologiche, S.l., s.n., 2007.

Serafini D. (a cura di), Museo Francesco Baracca di Lugo, Ravenna, Provincia di Ravenna, 2002.

Tamassia P., Museo Civico Francesco Baracca, in Musei in Emilia Romagna, Bologna, Compositori, 2000, p. 152, n. 20.

Casa Museo Francesco Baracca, in Zannier I. (a cura di), Viaggio nei musei della provincia di Ravenna, Ravenna, Longo, 1995, p. 106.

A.Tamburini (a cura di), Lugo il volto della città, Ravenna 1992.
Via Baracca, 65
48022 Lugo (RA)
Tel: 0545 381 05, 0545 385 61
Fax: 0545 385 34
Storia
Storico monografico
Casa-museo/dimora storica
Il Museo dedicato a Francesco Baracca, uno dei pionieri dell'aviazione italiana, ospita lo SPAD VII, aereo del 1917 sul quale Baracca conseguì una delle sue 34 vittorie, oltre a numerosi cimeli personali dell'Eroe e a documenti dell'epoca. Su un fianco della fusoliera compare l'emblema personale del maggiore Baracca, il cavallino rampante, noto in tutto il mondo per essere stato adottato da Enzo Ferrari quale stemma delle vetture di Maranello. Il Museo opera in stretta collaborazione con l'associazione "Amici del Museo Francesco Baracca", che ha finalità di ricerca storica e di promozione.

Il primo allestimento di un museo dedicato a Francesco Baracca (1888-1918) risale al 1924. Cimeli legati alla memoria dell'eroe della prima guerra mondiale e pioniere dell'aviazione italiana, celebrato dal monumento del faentino Domenico Rambelli (1936) nel centro di Lugo, furono esposti nella rocca. Dal 1993 il museo ha sede a Casa Baracca, donata al Comune di Lugo dalla famiglia proprio per questo scopo. Si tratta di un edificio di primo Novecento, caratterizzato in facciata da elementi floreali e tuttora decorato con alcune delle vetrate originarie. Il percorso espositivo che si sviluppa sui tre piani dell'edificio si apre con il Caccia Spad VII S 2489 l'aereo dell'aviatore lughese: presentato in posizione di volo, reca sul fianco il cavallino rampante, emblema personale di Baracca, già ufficiale di cavalleria, suggerito poi dalla madre del pilota ad Enzo Ferrari come marchio delle sue automobili. Nella sala contigua, oggetti personali ricostruiscono in parte la biografia di Baracca. Tra gli altri sono esposti il violino dell'aviatore, fotografie di scuola e ricordi di vita lughese. Il tema del volo è ripreso dall'aereo da ricognizione G91Y dell'Aviazione italiana, collocato nel cortile del museo nell'estate 1997.

The Museum dedicated to Francesco Baracca, one of the pioneers of Italian aviation, houses the SPAD VII, a 1917 airplane on which Baracca achieved one of his 34 victories, along with many of the hero’s personal belongings and documents from his time. One side of the fuselage bears the personal emblem of Major Baracca, the prancing horse, which achieved worldwide fame after being adopted by Enzo Ferrari as the logo for Maranello’s automobiles. The Museum works in close collaboration with "Amici del Museo Francesco Baracca", an association devoted to historical research and promotion.

The first museum dedicated to Francesco Baracca (1888-1918) dates back to 1924. Mementos related to this World War I hero and Italian aviation pioneer – who was celebrated in a monument by the Faenza-born Domenico Rambelli (1936) in Lugo’s town centre – were displayed in the fortress. Since 1993 the Museum is located in Casa Baracca, donated by Baracca’s family to the municipality of Lugo for this very purpose. This is an early 20th century building, whose façade features floral elements and is still decorated with some of the original stained glass windows. The exhibit, which takes up three of the building’s floors, begins with the Lugo-born aviator’s Spad VII S 2489 fighter plane: it is displayed in flying position, and is decorated on one side with the prancing horse, Baracca’s personal emblem – he had previously been a cavalry officer – which was then adopted by Enzo Ferrari as the logo for his automobiles following a suggestion from Baracca’s mother. The next room charts Baracca’s life through some of his personal belongings, such as his violin, some school photographs, and mementos from his life in Lugo. The flight theme is taken up once again by the Italian aviation’s G91Y reconnaissance aircraft, on display in the Museum’s courtyard since summer 1997.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.