C31 Art Space e Cristallino Festival - Cesena

Orari e Tariffe
da martedì a sabato dalle 17 alle 20; o su appuntamento
Tipologia Collezioni
Pubblicazioni e Cataloghi
DACIA MANTO
LUCIFERASE
quaderno notturno
testo in catalogo di
Roberta Bertozzi
Cesena, dicembre 2014

IN-PLANO NICOLETTA CASALI AD LIMINA
testo in catalogo di
Roberta Bertozzi
Cesena, giugno 2015

IN-PLANO CHIAMATA COLLETTIVA
testi in catalogo di
Roberta Bertozzi
Daniele Torcellini
Cesena, luglio 2015

IN-PLANO ERICH TURRONI CARSICO
testo in catalogo di
Gian Ruggero Manzoni
Cesena, gennaio 2016
IN-PLANO

FRANCESCO BOCCHINI GIACOMO COSSIO UN PESO CUBITALE
testo in catalogo di
Roberta Bertozzi
Cesena, marzo 2016
IN-PLANO

CRISTALLINO
Il pensiero è un abisso
Souvenir d’Amérique
testo in catalogo di
Roberta Bertozzi
Cesena, luglio 2016
IN-PLANO

RIVISTA EDEL
EDEL n. 0 | un manifesto per il contemporaneo
anno 1 Ottobre 2013
Opera manifesto di Francesco Bocchini

EDEL n. 1 | chi comunica che cosa a chi
anno 2 – aprile 2014
Opera manifesto di Massimiliano Fabbri

EDEL n. 2 | realtà e rappresentazione
anno 2 – ottobre 2014
Opera manifesto di Federico Guerri

EDEL n. 3 | la leggibilità dell’opera d’arte
anno 3 – aprile 2015
in collaborazione con Socìetas Raffaello Sanzio
Màntica | Stele di Rosetta
7° edizione - dicembre 2014
opera manifesto di Claudio Ballestracci

EDEL n. 4 | paesaggi / landscapes
anno 3 – ottobre 2015
in collaborazione con
BIENNALE DISEGNO RIMINI
2ª edizione | aprile/luglio 2016
opera manifesto di Paolo Buzzi

EDEL n. 5 | racconti del notturno
anno 4 – aprile 2016
in collaborazione con
SANTARCANGELO DEI TEATRI
08 - 17 07 / 2016
Opera manifesto di Denis Riva

EDEL n. 6 | architetture del suono
anno 4 – ottobre 2016
Opera manifesto di Roberto Paci Dalò

EDEL n. 7 | spazi traiettorie intersezioni
anno 5 – ottobre 2017
Opera manifesto di Giorgia Severi

EDEL n. 8 | simboli politici
anno 6 – aprile 2018
Opera manifesto di Mad Meg
area di quartiere Ex Zuccherificio Cesena
Corte Zavattini 31 Cesena
47521 Cesena (FC)
Tel: +39 339 2783218
Arte
Arte contemporanea attuale (1950 ad oggi)
CRISTALLINO è una piattaforma per le arti visive attiva dal 2013, una officina artistica e culturale diretta a stabilire una rete di relazioni tra l’opera degli artisti e il territorio, con l’obiettivo di rendere accessibili a un pubblico sempre più vasto i linguaggi del contemporaneo
Il progetto nasce in risposta a una precisa urgenza di condivisione dei saperi, per riposizionare il significato stesso del fare artistico all’interno dei nostri tempi e per rimarcare il diritto di ogni cittadino all’arte, sia in termini di fruizione che di partecipazione.
La visione che anima il progetto, in termini estetici ed etici, rivendica una presa di distanza dal dinamismo vuoto, dalla provocazione fine a se stessa e dalla vacuità di certi esperimenti artistici, preferendo mettere in risalto quelle esperienze che dimostrano un fondamento di rigore e che vincolano la loro possibilità espressiva a tutto quel complesso di pratiche – le tradizioni e il nostro patrimonio culturale – che la precedono e la informano.

La piattaforma contempla la gestione e l’organizzazione di un festival di arti visive e performative che nell’autunno 2018 giungerà alla sua 6^ edizione; numerose collaborazioni con musei, centri culturali e festival del territorio, in un’ottica di rete e di sostegno alla progettualità culturale; incontri con i protagonisti della scena contemporanea, atti ad amplificare e ad approfondire i contenuti di ogni mostra e/o evento; laboratori per l’infanzia, workshop per il pubblico adulto e programmi di alternanza scuola/lavoro per gli istituti superiori; nonché la redazione di una rivista d’arte e letteratura, il semestrale di pratica cristallina EDEL, cui hanno preso parte numerosi artisti, critici e poeti, dando vita a una vera e propria koinè, testimoniando quella responsabilità critica che accomuna il lavoro di chi opera nell’arte e di chi dell’arte si fa interprete.
Dal 2013 al 2018 sono stati realizzati numerosi progetti espositivi che hanno intrecciato l’opera di tantissimi artisti contemporanei: Ricostruire il mondo (2013), La scrittura disegnata (2014), Sei legato ad atomi e molecole (2014), Edificare nella vertigine (2014), Chiamata collettiva (2015), Il pensiero è un abisso (2015), Godo nel sentire che state tutti bene (2016), Carsico (2016), Souvenir d’Amèrique (2016), Chiari del Bosco (2016), Solo Show (2017), Heimat (2018) Stati di natura (2018) – alcuni di questi realizzati in collaborazione con Cantiere Poetico per Santarcangelo, Santarcangelo dei Teatri, Biennale del Disegno di Rimini, La Dolce Estate Savignano.
Ogni mostra è sempre stata intesa come un dispositivo in grado di generare ulteriori riflessioni e occasioni di dialogo. Una mostra contiene di per sé tantissimi input, tante possibilità narrative, quasi fosse una sorta di ipertesto in grado di innescare altre parole e immagini: le sezioni del festival dedicate alla critica, alla musica, alla performance e alla poesia costituiscono dei sentieri supplementari di interpretazione e di interrogazione, delle vie secondarie in cui questi contenuti si esplicitano maggiormente, prendono, in molti casi, altre direzioni.
Nel 2016 nasce, a fianco del festival, il circuito CRISTALLINO IN-STUDIO, una modalità itinerante della piattaforma, un percorso alla volta degli studi degli artisti del territorio, in un’alternarsi di occasioni d’incontro con l’arte contemporanea proprio all’interno dei luoghi in cui cresce e giunge a definirsi l’atto creativo: gli atelier. Entrare nell’officina dell’arte contemporanea significa rendere esplicito quell’universo di particolari, di attimi e contingenze, di intuizioni e segni che rendono possibile la sua realizzazione, secondo un itinerario che offre al pubblico la concreta possibilità di avvicinare il mondo dell’arte attraverso la presenza, le parole e l’opera dei suoi attori. Gli studi aperti sinora al pubblico nei singoli eventi sono stati quelli di Francesco Bocchini, Andrea Salvatori, Marcantonio Raimondi Malerba, Giorgia Severi, Erich e Verter Turroni, Leonardo Blanco, Graziano Spinosi, Federico Guerri e Davide Medri.
Il tutto anche nell’ottica di una valorizzazione delle esperienze d’eccellenza del nostro territorio, che si situano in quella labile linea di confine tra arte e design, e per consentire al pubblico di entrare in diretto contatto con gli strumenti, la materia, le collezioni e l’immaginario di cui si circonda ciascun artista.
Nel 2017 lo staff di CRISTALLINO decide di destagionalizzare il festival, aggiungendo ad esso un canale “stanziale”, pur conservandone la natura “nomade” e ramificata sul territorio conseguita negli anni. Nasce così a Cesena lo spazio multidisciplinare CORTE ZAVATTINI 31, Un po’ galleria, un po’ laboratorio/officina sulle arti, un po’ palestra umanistica, CORTE ZAVATTINI 31 è uno spazio multidisciplinare – un centro di sperimentazione legato alla concreta attività artistica e di design, sia rispetto al nostro territorio sia in connessione col panorama internazionale, con particolare attenzione per quei linguaggi che si segnalano per originalità stilistica e innovazione. Lo spazio, che ha aperto i battenti nel settembre 2017, opera con altri centri e realtà affini, per la creazione di una progettualità condivisa inerente la promozione e la diffusione delle arti visive. La galleria ospita mostre temporanee legate al festival e una collezione permanente, una grande quadreria composta dall’opera di quindici artisti, in continua evoluzione.
Artisti che hanno collaborato con Cristallino:
Francesco Bocchini, Claudio Ballestracci, Massimiliano Fabbri, Gloria Salvatori, Giorgia Severi, Massimo Pulini, Dacia Manto, Sabrina Foschini, Franco Pozzi, Nicola Samorì, Gilberto Giovagnoli, Verter Turroni, Erich Turroni, Graziano Spinosi, Federico Guerri, Leonardo Blanco, Davide Medri, Marcantonio Raimondi Malerba, Carlo Cavina, Denis Riva, Giovanna Caimmi, Giacomo Cossio, Andrea Salvatori, Paolo Buzzi, Dacia Manto, Luca Piovaccari, Ilaria Margutti, Gregorio Ravaioli, Stefano Amedeo Moriani, Roberta Baldaro, Stefano Ronconi, Felix Scrhamm, Mària Chilf, Maurizio Battaglia, Mirco Tarsi, Morena Chiodi, Valentina D’Accardi, Valentino Menghi, Chiara Lecca, Toni Romanelli, Mattia Vernocchi, Silvano Bonaguri, Marco Di Giovanni, Nero, Mariano Marini, Fabrizio Zanuccoli, Rudy Mazzoni, Ilaria Margutti, Roberto Paci Dalò, Luca Caccioni.




Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.