Museo Bertozzi & Casoni - Sassuolo

Orari e Tariffe

Tipologia Collezioni
Cavallerizza di Palazzo Ducale
Via Racchetta 2, Cavallerizza Ducale
41049 Sassuolo (MO)
Tel: 0542 640 136
Arte
Design
Arte contemporanea attuale (1950 ad oggi)
"La Cavallerizza Ducale sorge nel centro storico di Sassuolo, a pochi passi dal maestoso Palazzo Ducale. La Cavellerizza Ducale è stata realizzata fra il 1781 e il 1788 su volere del duca Ercole Rinaldo III per rimediare alle carenze di stalle e di alloggi per i Dragoni Ducali che seguivano la Corte Estense nel trasferimento alla reggia di Sassuolo. Questo edificio faceva parte della “Delizia Estense” insieme al Palazzo Ducale di Sassuolo e alle strutture circostanti, che rappresentavano la residenza estiva. Dal punto di vista architettonico, la Cavallerizza si presenta con un’imponente copertura lignea a due falde sostenuta da 23 capriate, mentre sulla facciata nord sono presenti graffiti che facevano da quinta prospettica alla vista dal Palazzo Ducale della “Peschiera”, un’opera straordinaria e suggestiva per la sua identità. Un tempo era il “Teatro delle fontane”, dove si rincorrevano fino alla grande vasca dei pesci (la Peschiera) meravigliosi giochi d’acqua per il piacere della Corte e dei suoi ospiti, che si aggiravano sbalorditi fra le quinte rivestite di tufo e conchiglie, mentre sul fondale scenico si poteva vedere la “montagna estense”, da cui zampillavano le fontane e sulla cui vetta si trovava e si trova tutt’ora, l’Aquila Estense. Un simbolo nobile e di grande valore che identificava lo stemma del Ducato. La storia della Cavallerizza purtroppo non è stata sempre gloriosa, poiché ha vissuto degli anni in cui era caduta in uno stato di abbandono e degrado. Ora questa meravigliosa opera architettonica è tornata a nuova vita e oltre ad avere una funzione culturale e sociale, è divenuta sede elegante ed originale dello Studio Pincelli & Associati, che insieme a Franco Stefani, Presidente del Gruppo System, sono stati i protagonisti di questo ambizioso recupero iniziato nel 1991 e terminato nel 1998. Il restauro architettonico della Cavallerizza Ducale nasconde un aspetto di grande importanza: la volontà non solo di ripristinare vecchie mura e mattoni per una questione di decoro, ma il desiderio di ridare all’edificio la sua valenza sociale, diventando un riferimento nella vita degli abitanti di Sassuolo.
Al Museo Bertozzi & Casoni sono in mostra permanente opere raramente esposte come Composizione e scomposizione del 2007, Composizione non finita-infinita presentata alla Biennale di Venezia nel 2009, Sedia elettrica con farfalle del 2011, Regeneration esposta a Londra nel 2012, Polar bear del 2016 e Resistenza 2 realizzata per la recente mostra ad Ascoli Piceno. Tra le opere di grande dimensione si segnalano anche Scegli il Paradiso del 1997 che chiude mirabilmente il capitolo della maiolica dipinta e Madonna scheletrita del 2008 che rappresenta uno dei vertici da loro raggiunti nell’indagine di materiali e di tecniche di derivazione industriale e nella resa quasi oggettiva delle componenti iconografiche messe in rappresentazione.
Tra surrealismo compositivo e iperrealismo formale Bertozzi & Casoni indagano da anni i rifiuti della società contemporanea, non escludendo quelli culturali e artistici, in una messa in scena dai vivificanti rimbalzi senza fine in cui si alternano affondi nel degrado e rinvenimenti di superstiti o misconosciute bellezze, astrazione e figurazione, impermanenza ed eternità, storia e contemporaneità, immaginazione fantastica e precisa tecnica." (tratto da http://www.museobertozziecasoni.com/cavallerizza-ducale/)



Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.