Biblioteca Comunale Manfrediana
Via Manfredi, 14
Faenza (RA)
Liverani Romolo
1809/ 1872

carta/ penna/ acquarello
cm. 21,5 (a) 28 (l)
sec. XIX (1824 - 1829)
L'iscrizione relativa a questo disegno si trova sulla tavola precedente e lo definisce come pagode di Siam.

Il disegno appartiene all'album sciolto n. 3. Esso contiene 103 disegni a penna acquarellati prevalentemente tratti da soggetti di Antonio Basoli e stampe di genere teatrale. Le note dell'autore indicano l'utilizzo di diversi disegni per lavori di epoca giovanile, compresi tra il 1824 ed il 1829. Fra il 1823 e il 1827 si collocano i primi lavori del giovane Liverani nel mondo del teatro, dove la vicinanza al mestiere del padre e alle sue amicizie gli consente l'esperienza dal vivo e addirittura – appena quindicenne – le prime prove come scenografo nei teatri di Faenza, Ravenna, Senigallia, Lugo. Sono questi gli anni della reale preparazione del giovane scenografo, gli anni dell'allenamento alla costruzione prospettica, alla cura nell'esecuzione e alla fedeltà storica, facendo ricorso a vaste documentazioni a stampa dell'opera di celebri scenografi che si collocano emblematicamente a pilastro della sua formazione. Gli album giovanili presentano infatti un susseguirsi di studi di ornati, di riproduzioni di vedute e monumenti, e soprattutto di scene, come ad esempio le copie dal Basoli, vero e proprio punto di riferimento della scuola bolognese.