Biblioteca Comunale Manfrediana
Via Manfredi, 14
Faenza (RA)
Liverani Romolo
1809/ 1872

carta/ penna/ acquarello
cm. 22 (a) 29 (l)
sec. XIX (1824 - 1825)
“Gli esordi di Romolo nella decorazione murale mostrano la piena adesione a quel genere prospettico ampiamente diffuso in area emiliana già dall'epoca dei fasti del quadraturismo bolognese, poi ricondotto nei termini di maggior severità e controllo in epoca neoclassica, filtrato infine in accademie e scuole come quella faentina. Le prospettive del Liverani si espandono nelle pareti assumendo la funzione di fantasie illusionistiche di finte architetture dipinte secondo le regole della visione reale, fin dai primi esempi precocemente datati 1825 in case faentine”. M. Vitali

Il disegno appartiene all'album sciolto n. 5. Esso contiene 98 disegni a penna acquarellati non sempre d'invenzione, ma studi da stampe di altri scenografi: Angelo Belloni, Pietro Piani, Antonio Basoli, Francesco Fontanesi, Clemente Caldesi, Pelagalli, oltre a bozzetti per prospettive dipinte.