Via Rocca 42
Verucchio (RN)
Tel: 0541 670222, 0541 670552
Secoli: X - XX
Verucchio sta disposto come sella tra due elevazioni di oltre trecento metri d’altezza, anticamente entrambe coronate da castelli: il più orientale, detto Passerello, demolito nel Seicento e inglobato in un convento, e quello del Sasso, tutt’ora esistente, che si estende in forma rettangolare allungata da est a ovest, con robusta torre centrale, come a saldatura di due corpi sfalsati.

Si entra dal lato meridionale e si accede a una corte aperta che sfocia in un ampio spalto strapiombante da un lato sul paese e dall’altro sui pendii collinari volti alla Valmarecchia. Sulla destra dell’ingresso c’è il fabbricato del corpo di guardia, che dal lato esterno, con modificazione settecentesca, prende forma di torre dell’orologio, a picco sul pendio roccioso. Nel corpo principale, affiancato alla torre, si apre in basso un ampio vano, dove sono esposti plastici che rappresentano la rupe di Verucchio e le sue fortificazioni. Dall’altro lato della torre, salendo da una cordonata, si accede, passando da una sala di guardia, a un vasto salone centrale, ove alla fine del Settecento era stato costruito un teatro, poi demolito. All’esterno si apre il cortile della cisterna e più oltre, nella parte più occidentale, è racchiusa la base di un’antica torre quadrata. Sono visibili altri ambienti sotterranei e alcuni superiori collegati alla torre.