Museo Romagnolo del Teatro
Corso Garibaldi, 96
Forlì (FC)
ambito russo
scultura
ad Angelo Masini

argento (?)
cm 46,5 (la) 18 (a) 25 (p)
Le misure sopra indicate si riferiscono all'ingombro volumetrico approssimativo. Mentre le dimensioni del rettangolo di base del piedistallo sono facilmente rilevabili, più difficile è la determinazione dell'altezza, essendo il soggetto scultoreo particolarmente complesso e articolato nelle forme.
sec. XIX (1897 - 1897)
L’oggetto è composto da un insieme scultoreo di metallo che riproduce una tipica troika lanciata al galoppo, ovvero la tradizionale slitta da neve con tiro a tre. Su di essa l’auriga, vestito a sua volta con indumenti tipici russi, è raffigurato con frusta alla mano, sollevata in aria nell’atto di sferzare i cavalli. Il soggetto poggia su di un pesante basamento metallico a tronco di piramide, che reca su di un lato lungo l’incisione dedicatoria, e sull'altro la data. A sua volta il piedistallo poggia su di una basa lignea rettangolare, rivestita nella parte superiore da un piano di velluto azzurro che incornicia l’opera scultorea.

Pare che la stagione lirica del 1897 tenne occupato Masini a San Pietroburgo per tutto il corso dell’anno. Non furono programmate recite di nessuna opera in altre città, tanto meno a Mosca. E’ pertanto plausibile che questo souvenir sia il dono di qualche ammiratore moscovita, oppure che il Masini in quello stesso anno abbia ivi compiuto viaggi di piacere o di lavoro, senza tuttavia doversi esibire.