Raccolta Comunale d'Arte Sassuolo (MO)
Manifattura Ferrari-Moreni
1836-1854
crespina

terraglia
cm.
sec. XIX (1836 - 1854)
Ciotola ovale con bordi ondulati a petali bianchi e blu. Alla base decoro a fiori blu su fondo bianco.

L'anno ufficiale di nascita della ceramica sassolese risale al 1741, quando un gruppo di imprenditori costituì una fabbrica per la produzione della maiolica, nel borgo cittadino, lungo il Canale di Modena. Giovanni Maria Dallari, il Conte Ferrari Moreni, Giovanni Maria Rubbiani e i figli Carlo e Don Antonio sono gli imprenditori che, nel Settecento e nell'Ottocento impressero alla manifattura ceramica importanti svolte produttive. Ai fratelli Rubbiani va il merito di aver messo a punto la tecnologia per la produzione delle piastrelle ceramiche da rivestimento.

L'opera fa parte della Raccolta di antiche ceramiche della collezione Vistarino, di proprietà del comune di Sassuolo dal 1991. Si tratta di circa 50 esemplari, tutti, a parte alcuni di produzione veneta, sassolesi e databili tra la seconda metà del Settecento e la prima metà dell'Ottocento.