Boldini Giovanni
1842/ 1931
dipinto

tavola/ pittura a olio
con cornice 84 x 73 x 7.5 cm
cm 47 (la) 61 (a)
sec. XIX (1892 - 1892)
Il dipinto potrebbe essere una delle tre versioni che precedettero quella definitiva esposta nel Corridoio Vasariano degli Uffizi. In una lettera del febbraio 1892, Boldini informa infatti Cristiano Banti, caro amico sin dagli anni fiorentini, che il direttore delle gallerie fiorentine Enrico Ridolfi gli aveva appunto richiesto un autoritratto da esporre nel prestigioso corridoio.
La presente versione, rimasta nella collezione privata di Boldini, è caratterizzata da rapide pennellate che lasciano a vista parte dell’imprimitura. In basso a destra si legge la scritta "hotel" capovolta che fa supporre il riutilizzo della tavola (Guidi in “Portraits of the Belle Epoque”, p. 90).