Raccolta Comunale d'Arte - Forlimpopoli

Orari e Tariffe
Per orari di visita e costi del biglietto consultare il sito web o contattare telefonicamente.
Tipologia Collezioni
Piazza A. Fratti, 4
47034 Forlimpopoli (FC)

Arte
Arte moderna (XVI-XIX secolo)
Le raccolte comunali vengono avviate a partire dagli anni Trenta del Novecento grazie all’opera meritoria del forlimpopolese Andrea Benini (1901-1986). Con grande tenacia questi collaziona manufatti e cimeli – delle tipologie più variegate: reperti archeologici, lapidi, quadri, stemmi – che attestano la millenaria storia della città. Presumibilmente entra già in quegli anni nelle collezioni pubbliche gran parte delle opere pittoriche che oggi costituiscono la quadreria comunale: in gran parte si tratta di tele per lo più provenienti dalle chiese sconsacrate e dai conventi e dagli enti religiosi soppressi in seguito ai decreti napoleonici e/o post-unitari e che già si trovavano nelle sale e nei magazzini della residenza municipale; in parte si tratta di opere acquisite dal Comune tramite donazioni. Già nel 1935 è attestata la presenza di un piccolo museo nelle due sale al piano nobile nell’ala orientale della Rocca (corrispondenti oggi alla grande sala del Consiglio comunale), museo di cui Benini è nominato direttore a partire dal 1942 e di cui ricoprirà l’incarico fino al 1972.
Nel 1961, con la sistemazione della grande aula voltata al pianterreno della Rocca in seguito alla scoperta dei resti dell’antica chiesa cattedrale romanica foropopiliense, le raccolte comunali vengono smembrate e le collezioni di carattere archeologico vengono allogate all’interno di questa nuova sala. In quello stesso anno viene istituito il Museo Archeologico Civico poi formalmente riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione con Decreto interministeriale del 15 settembre 1965 (ex Lege 1080/1960).
La quadreria subisce ben altra sorte. Gran parte delle tele sono allogate in un deposito della Municipalità e solo con il trasferimento della sede comunale dal palazzo che occupa il lato meridionale della piazza Garibaldi (oggi di proprietà di un Istituto bancario) all’interno della Rocca (1990) una ristrettissima selezione delle opere – quelle di maggior pregio – viene esposta in alcuni uffici di rappresentanza; le restanti sono custodite in un deposito in attesa di trovare loro una decorosa sistemazione.


Nel corso degli ultimi decenni il nucleo storico della quadreria (comprendente dipinti che vanno dal XVI al XIX secolo) si è via via arricchito di nuove opere acquisite dal Comune grazie alle numerose donazioni di artisti, per lo più di provenienza locale.
Afferiscono alle proprietà comunali anche una serie di dipinti (nello specifico pale d’altare) conservati presso la chiesa di Sant’Antonio dei Servi di Maria (edificata fra il XV e il XVIII secolo), requisite in seguito all’arrivo delle truppe francesi nell’agosto 1797 e assegnate alla nuova municipalità forlimpopolese in quello stesso anno.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.