largo Gabrielli
Fiorenzuola d'Arda (PC)
Data di costruzione / dismissione: 1894 - 1982
I lavori di costruzione dell'edificio destinato alla macellazione iniziarono nel 1894, in un terreno situato ai margini del centro storico di Fiorenzuola. I corpi di fabbrica vennero edificati in mattoni a vista all’interno di un cortile chiuso da un muro perimetrale aperto da due ingressi. Le due palazzine degli uffici che costituivano il prospetto frontale del complesso, delimitando l'ingresso principale, presentavano aperture monofore alternate a bifore al piano superiore, mentre aperture monofore di altezza maggiore, in parte murate, al piano inferiore. Il tetto era circondato da un cornicione concluso da una semplice decorazione in cotto. Il passo carraio, descritto dalle due palazzine, aveva una cancellata in ferro con pilastri in cotto, oltre la quale si raggiungeva l'edificio destinato alla macellazione. Il fronte di questo edificio era scandito da lesene che proseguivano nella parte centrale fino alla sommità dell'insegna che recava la scritta in rilievo 'Macello Pubblico'; ai lati presentava due aperture monofore sopra le quali un cornicione formava un frontone attraversato da lesene, mentre l’ingresso era evidenziato da una decorazione in cotto conclusa da tre archi nella parte alta. La pensilina sul lato settentrionale dell’edificio era sostenuta da travi metalliche a mensola, interessanti dal punto di vista costruttivo. Tutti i fabbricati del complesso, realizzati nel corso degli anni, si presentano in un discreto stato di conservazione e conservano all’interno alcuni impianti utilizzati per la macellazione, interrotta nel 1982. Oggetto di un intervento di recupero dal 2005, il macello è stato dichiarato di interesse culturale nel 2006 e destinato a diventare un centro di attività culturali, concluso nel 2008.