FONTE
FONTE
Titolo operaMiliario di Pisignano
Anno75 d.C.
Periodoetà flavia
EpocaAlto Imperiale
NoteG.A. Mansuelli, Ariminum, Roma 1941, p. 126 = D. Rigato, Quando i conti non tornano...ovvero le vicende del milliario romano della pieve di S. Stefano di Pisignano, Il Carrobbio 32 (2006), pp. 37-48, trovato nel XIX sec. nella località Vado, sul Savio, trasportato e conservato davanti alla pieve di Santo Stefano in Pisignano.
PASSO
Testo originale[Imp(erator)] Caesar / [Vesp]asianus Aug(ustus) / [pon]tif(ex) maximus / [trib(unicia) p]ot(estate) VI [i]m[p(erator) XIV / p(ater) p(atriae) co(n)s(ul) V]I des(ignatus) [VII censor … / … R]avenn[a …? / x?]XVI.
TraduzioneL’imperatore Cesare Vespasiano Augusto, pontefice massimo, dotato della tribunizia potestà per la sesta volta, acclamato imperatore per quattordici volte, padre della patria, console per la sesta volta, designato per la settima, censore. Ravenna. sedici (o ventisei miglia (ca. 23,7 o 38,5 km)).
NoteMiliario probabilmente pertinente ad un restauro della viabilità tra Roma e il porto della flotta militare di Ravenna: in questa fase il miliario sembra indicare la preferenza della via interna rispetto alla litoranea.
COMPILAZIONE
COMPILAZIONE
Data2012
NomeAssorati G.

data ultima modifica: 17/07/2015
fonte

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.