FONTE
FONTE
Titolo operaDedica a C. Marius Eventius
Annofine IV sec. d.C.
Periodoetà dei teodosidi
EpocaTarda Antichità
NoteCIL XI, 15 trovata a Ravenna. Perduta.
PASSO
Testo originaleC(aio) Mario Eventio c(larissimo) v(iro) fidelissimo / in annis [i]uv[e]nnalib(us) advocato / postea iussu sacro per quinquen[ni]um / huius civitat(is) sed(is) et vicinarum urbium / probatissim(o) defensori pro insigni[b(us)] eiu[s] / erga ordinem possessores et cives meritis / ad[q(ue)] beneficiis perpetuitat[i] eius nominis posteris / retinenda[e] statuam quae et ipsi pro ac[ti]b(us) suis / testimonium perhiberet et exemplo eius ad / probatissimam defensionem sui ceteros incitaret / ordo et cives Fanest(res) sumptu proprio / conlocaverunt.
Traduzione(Dedicò) a Gaio Mario Evenzio, uno chiarissimo, negli anni fedelissimo difensore dei giovani, poi per ordine sacro per un quinquennio onestissimo difensore di questa stessa città e delle città vicine, per i suoi insigni meriti e benefici all’ordine dei possessori e dei cittadini, la stessa amministrazione e i cittadini di Fano collocarono a spese proprie una statua che offrisse testimonianza di lui e dei suoi atti e incitasse gli altri ad una onestissima attività di difesa sul suo esempio.
NoteDedica dei cittadini di Fano ad un loro defensor civitatis: egli, vista la collocazione del monumento a Ravenna, poteva essere un ravennate, forse l'unico senatore espresso dalla città in tutto il periodo imperiale.
COMPILAZIONE
COMPILAZIONE
Data2012
NomeAssorati G.

data ultima modifica: 17/07/2015
fonte

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.