FONTE
FONTE
Titolo operaCippo di Costantino I
Anno324/337 d.C.
Periodoetà dei costantinidi
EpocaTarda Antichità
NoteCIL XI, 9 da Ravenna. Perduta.
PASSO
Testo originalePropagatori Roma/ni imperii f[u]ndato[ri] / quietis publicae d(omino) [n(ostro)] / Fl(avio) Constantino / Maximo victori / semper Aug(usto) divi / Claudi nepoti divi / Constanti filio / Sertorius Silanus / v(ir) p(erfectissimus) praepositus / fabricae devotus / n(umini) m(aiestati)q(ue) e(ius).
Traduzione(Dedicò) all’espansore del dominio romano, fondatore della pace pubblica, signore nostro Flavio Costantino Massimo Augusto, sempre vincitore, nipote del divo Claudio, figlio del divo Costanzo, Sertorio Silano, uomo perfettissimo, preposto alla produzione, devoto al nume della maestà e al suo.
NoteLa dedica è posta da un addetto statale alle "fabricae", gli impianti di produzione legati alle necessità dell'esercito.
COMPILAZIONE
COMPILAZIONE
Data2012
NomeAssorati G.

ultima modifica: 17/07/2015
fonte

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.