PERSONAGGIO
PERSONAGGIO STORICO
Nome sceltoDiocleziano
Dati anagrafici244-311 d.C.
Nome estesoC. Aurelius Valerius Diocletianus
Luogo di nascitaSolin
Data di nascita22 dicembre 244 d.C.
Luogo di morteSplit
Data di morte3 dicembre 311 d.C.
QualificaImperatore
Note biograficheNato da una famiglia di umili origini, come molti suoi corregionali trova una possibilità di promozione sociale nella carriera militare che abbraccia da ragazzo. Attorno ai quarant’anni nel 282 d.C. è arrivato ai comandi della cavalleria imperiale al fianco dell’imperatore Caro anche per il favore delle truppe da lui guidate, che lo proclamano imperatore nel 284 d.C. alla morte di Caro in opposizione al figlio di questo Carino. Subito dopo la vittoria decisiva al fiume Margo, Diocleziano inaugura la serie di fondamentali riforme che stravolgeranno la struttura dell’impero romano sancendo il passaggio dalla prima età imperiale alla tarda antichità. Infatti sin dal 285 è avviata la tetrarchia tramite la promozione di Massimiano a suo collega e di Galerio e Costanzo Cloro a cesari. Il cambio di regime ai vertici è la punta dei cambiamenti tesi a dare una struttura più solida al controllo di tutto il territorio per collegare e presidiare tutto l’impero e non solo le frontiere, e garantire una maggiore efficienza della macchina di supporto dello stato e dell’esercito, dalla riscossione delle imposte al mantenimento delle infrastrutture: necessari complementi a queste riforme sono stati i cambiamenti sociali indotti tesi ad unificare maggiormente la popolazione imperiale, dall’economia alla religione, e le vittorie militare che distinsero Diocleziano, rendendolo un semidio agli occhi delle truppe, in accordo con la riforma religiosa, estremo provvedimento teso ad unificare e rafforzare la cittadinanza di tutto l’impero. Queste linee sono evidenti nel lungo e progressivo sviluppo delle riforme: subito avviò la riforma dell’esercito, nel 293 quella delle province, nel 301 la pubblicazione dell’Editto dei Prezzi sanciva il tentativo di regolamentare economia e società con la riforma monetaria accompagnata a quella fiscale, fino al 303 quando fu presa la decisione di perseguitare chi non voleva aderire ai culti ufficiali degli dei e degli imperatori, soprattutto i cristiani, il cui numero era ormai significativo nella vastità dell’impero. Nel frattempo Diocleziano, giunto alla soglia dei sessant’anni, cade malato durante spostamenti tra Roma ed il Danubio e passa l’inverno 303-304 a Ravenna: in questo frangente forse inizia a meditare il ritiro dalla vita politica, anche come verifica del meccanismo di trasmissione del potere non traumatico. Così nel 305 depone il titolo imperiale e si ritira nella villa-fortezza di Spalato, da dove assiste al fallimento del sistema tetrarchico prima, e della persecuzione anticristiana poi: nonostante la partecipazione ad una riunione imperiale a Carnunto nel 308, rifiuterà di tornare a ricoprire incarichi ufficiali preferendo rimanere a margine della scena politica, forse anche per la salute non più stabile, fino alla morte.
COMPILAZIONE
COMPILAZIONE
Data2012
NomeAssorati G.

data ultima modifica: 15/06/2012
personaggio storico

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.