Collezione Alfredo Brandolini
Aves
Passeriformes
Sturnidae
cm 15 (a) 5.5 (la) 19 (lu)
"E' sedentario e nidificante. Il passo avviene tra la fine di settembre e i primi di ottobre e il ribbasso nel marzo. Lo Storno è anche utilissimo distruttore di insetti: l'ho osservato disinfestare con meravigliosa diligenza gli steli del granoturco dalla larva della della piralide. Sei Storni che tenevo in voliera hanno inghiottito in undici minuti cento grosse larve di agrotide. Se l'egocentrismo dell'uomo non pretendesse di avere sempre ragione, sono convinto che, fatto un giusto bilancio, lo Storno avrebbe diritto alla protezione.
Lo Storno è eminentemente ornamentale: è bellissimo vederlo di sera, nelle valli ricche di canne, in enormi stuoli fare grandi giri per trovare il posto dove dormire; se ci si avvicina al luogo prescelto si è sopraffatti da un grande vocio di richiamo e se poi ci si avvicina di più riprendono il volo tutti insieme (e in mezzo si può vedere anche qualche Corvide) con un frastuono crepitante di ali. Nelle punte Alberete, vari anni fa, era molto frequente: speriamo che lo ridiventi, ora che sono state costituite in Parco Naturale."
cit. 'Gli uccelli del museo Brandolini' - Azelio Ortali - pag.49