FONTE
FONTE
AutoreGiulio Ossequiente
Titolo operaProdigiorum Liber
AnnoFine IV sec. d.C.
Periodoetà dei teodosidi
EpocaTarda Antichità
Noteed.: P. Mastandrea (a cura di), Prodigi, Milano 2005 (trad.: M. Gusso).
PASSO
Localizzazione26
Testo originaleServio Flacco Quinto Calpurnio coss. Mons Aetna maioribus solito arsit ignibus. Romae puer soldus posteriore naturae parte genitus. Bononiae fruges in arboribus natae. Bubonis vox primum in Capitolio, dein circa urbem audita: quae avis praemio posito ab aucupe capta combustaque, cinis eius in Tiberim dispersus. Bos locutus. In Numantia res male gestae, exercitus Romanus oppressus.
TraduzioneConsoli Servio Flacco e Quinto Calpurnio. Dal monte Etna scaturì in un'eruzione più violenta dell'ordinario. A Roma fu partorito un bambino privo dell'orifizio anale. A Bologna spuntò grano sugli alberi. Si udì il richiamo di un gufo dapprima sul Campidoglio e poi in tutta Roma quel volatile, catturato da un uccellatore dopo che era stata promessa una ricompensa, venne bruciato e le sue ceneri furono disperse nel Tevere. Un bue parlò. A Numanzia le operazioni militari furono condotte malamente e l'esercito romano subì dei rovesci.
Note135 a.C.
PASSO
Localizzazione68
Testo originaleM. Antonio P. Dolabella coss. C. Octavius testamento Caesaris patris Brundisii se in Iuliam gentem adsc[itum aud]ivit; cumque hora diei tertia ingenti circumfusa multitudine Romam intraret, sol puri ac sereni caeli orbe modico inclusus extremae lineae circulo, qualis tendi arcus in nubibus solet, eum circumscripsit. Ludis Veneris Genetricis, quos pro collegio fecit, stella hora undecima crinita sub septemtrionis sidere exorta convertit omnium oculos: quod sidus quia ludis Veneris apparuit, divo Iulio insigne capitis consecrari placuit. Ipsi Caesari monstrosa malignitate Antonii consulis multa perpesso generosa fuit ad resistendum constantia. Terrae motus crebri fuerunt. Fulmine navalia [et alia] pleraque tacta. Turbinis vi simulacrum quod M. Cicero ante cellam Minervae pridie quam plebiscito in exilium iret posuerat, dissipatum membris pronum iacuit, fractis umeris bracchiis capite, dirum ipsi Ciceroni portendit. Tabulae aeneae ex aede Fidei turbine evulsae, aedis Opis valvae fractae, arbores radicitus et pleraque tecta eversa. Fax caelo ad occidentem visa ferri. Stella per dies septem insignis arsit. Soles tres fulserunt, circaque solem imum corona spic[e]ae similis in orbem emicuit, et postea in unum circulum sole redacto multis mensibus languida lux fuit. In aede Castoris nominum litterae quaedam Antonii et Dolabellae consulum excussae sunt, quibus utrisque alienatio a patria significata. Canum ululatus nocte ante pontificis maximi domum [Lepidi] auditi, ex his maximus a ceteris laniatus turpem infamiam Lepido portendit. Ostiae grex piscium in sicco reciproco maris fluxu relictus. Padus inundavit et intra ripam refluens ingentem viperarum vim reliquit. Inter Caesarem et Antonium bella exorta.
TraduzioneConsoli Marco Antonio e Publio Dolabella. A Brindisi Gaio Ottavio seppe di essere entrato per adozione nella gens Iulia, su disposizione testamentaria di suo padre Cesare; quando fece ingresso in Roma attorniato da una folla strabocchevole, all'ora terza del giorno [ca. alle 9], il sole racchiuso dentro un modesto circolo di cielo terso e sereno lo centrò con i lineamenti di un curva simile all'arcobaleno quando si tende fra le nubi. Nel corso dei giochi in onore di Venere Genitrice, che egli organizzò per conto del collegio sacerdotale, una cometa apparsa sotto la costellazione dell'Orsa attirò gli sguardi di tutti: piacque pensare che la stella, osservata per la prima volta durante i giochi di Venere, fosse quasi simbolo di incoronazione per la divinità di Giulio. Con generosa fermezza Cesare Ottaviano seppe resistere alle provocazioni subite per l'invidia mostruosa del console Antonio. Si verificarono parecchi terremoti. I cantieri navali e diversi altri luoghi furono colpiti da fulmini. Una violenta bufera abbatté il simulacro che Marco Cicerone aveva fatto collocare davanti alla cella di Minerva il giorno prima di partire per l'esilio in forza di un plebiscito: la statua giacque prona con le membra frantumate, rotte le spalle, le braccia e la testa: ciò costituì un presagio terribile per Cicerone stesso. Il turbine staccò le tavole di bronzo dal tempio della Fede, furono divelte le porte del tempio di Ops, gli alberi strappati dalle radici e molti tetti scoperchiati. Una meteora fu vista attraversare il cielo in direzione dell'occidente. Splendettero tre soli e intorno a quello più basso brillò qualcosa di simile a una corona di spighe disposte in cerchio, ritornato quindi uno il cerchio del sole per molti mesi rifulse di luce più debole. Nel tempio di Castore caddero alcune lettere dei nomi dei consoli Antonio e Dolabella, e questo significava per entrambi che la patria li avrebbe disconosciuti. Si udirono ululati di cani davanti alla casa del pontefice massimo; il più grande di loro, dilaniato dagli altri, presagì vergogna e infamia per Lepido. A Ostia un branco intero di pesci fu abbandonato sulla spiaggia dal riflusso della marea. Il Po uscì dagli argini, e quando riprese a rifluirvi lasciò sulle rive una gran massa di vipere. Tra Cesare Ottaviano e Marco Antonio fu guerra civile.
Note44 a.C., ma molti prodigi sono da collocare al 43 a.C. (dai terremoti in poi, forse anche la piena del Po). Alcuni storici pensano che le vipere lasciate dal Po siano in realtà una diffusione eccezionale di anguille.
COMPILAZIONE
COMPILAZIONE
Data2011
NomeAssorati G.

data ultima modifica: 11/08/2011
fonte

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.

Questo sito web è conforme alla normativa sull'uso dei cookie.
Per fornire in modo efficace  i nostri servizi e per abilitare determinate funzionalità, installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di testo che si chiamano "cookie". I cookie vengono memorizzati sul tuo dispositivo per essere poi ritrasmessi al Sito alla tua successiva visita.  Un cookie non può richiamare nessun altro dato dal disco fisso dell'utente né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell'utente.
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione e a fini pubblicitari. Il sito consente invece l'installazione di cookie da sistemi di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi interamente questa informativa estesa sull'uso dei cookie.

TIPI DI COOKIE CHE UTILIZZA IL SITO

Cookie indispensabili e funzionali

Questi cookie, definiti "cookie tecnici", sono essenziali al fine di consentire di navigare nel sito ed utilizzare appieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utente non modifichi le impostazioni nel proprio browser (leggi più avanti tutte le indicazioni su come fare). Navigando su questo sito, accetti di fatto che tali cookie possano essere installati sul tuo dispositivo.
Ai sensi dell'articolo 122, comma 1, del Codice della privacy (nella formulazione vigente a seguito della entrata in vigore del d.lgs.69/2012) i cookies "tecnici" possano essere utilizzati anche in assenza del consenso dell'interessato. L'organismo europeo che riunisce tutte le Autorità Garanti per la privacy dei vari Stati Membri (il c.d. Gruppo "Articolo 29" ) ha chiarito nel Parere 4/2012 (WP194) intitolato "Esenzione dal consenso per l'uso dei cookies" quali sono le tipologie di cookie per i quali non è necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente:
1) cookies con dati compilati dall'utente (identificativo di sessione), della durata di una sessione o cookies persistenti limitatamente ad alcune ore in taluni casi;
2) cookies per l'autenticazione, utilizzati ai fini dei servizi autenticati, della durata di una sessione;
3) cookies di sicurezza incentrati sugli utenti, utilizzati per individuare abusi di autenticazione, per una durata persistente limitata;
4) cookies di sessione per lettori multimediali, come i cookies per lettori "flash", della durata di una sessione;
5) cookies di sessione per il bilanciamento del carico, della durata di una sessione;
6) cookies persistenti per la personalizzazione dell'interfaccia utente, della durata di una sessione (o poco più);
7) cookies per la condivisione dei contenuti mediante plug-in sociali di terzi, per membri di una rete sociale che hanno effettuato il login.

Cookie di terze parti

Nel corso della navigazione sul sito potresti ricevere sul tuo dispositivo anche cookie che integrano funzionalità sviluppate da terzi come le icone e le condivisioni dei contenuti sui social network  o l'uso di servizi software di terze parti (come i software che generano le mappe e ulteriori software che offrono dei servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito. In altre parole, detti cookies sono impostati direttamente da gestori di siti web o server diversi dal sito.
Questo tipo di cookie ricadono sotto diretta e esclusiva responsabilità della stessa terza parte.
L'Utente è quindi invitato a consultare le informazioni sulla privacy e sull'utilizzo di cookie di terze parti direttamente sul sito internet dei rispettivi gestori, di seguito elencati.

COME DISABILITARE I COOKIE

Puoi negare il consenso all'utilizzo dei cookie selezionando l'impostazione appropriata sul tuo browser.  
Si forniscono di seguito i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell'help del software).
Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera, Apple Safari 

Per cancellare cookie già memorizzati sul dispositivo

Anche se viene revocata l'autorizzazione all'utilizzo di cookie di terze parti, prima di tale revoca i cookie potrebbero essere stati memorizzati sul dispositivo dell'utente. Per motivi tecnici non è possibile cancellare tali cookie, tuttavia il browser dell'utente consente la loro eliminazione tra le impostazioni sulla privacy. Le opzioni del browser contengono infatti l'opzione 'Cancella dati di navigazione' che può essere utilizzata per eliminare i cookies, dati di siti e plug-in.