FONTE
FONTE
AutoreClaudiano
Titolo operaPanegyricus dictus Mallio Theodoro consuli
Anno399 d.C.
Periodoetà dei teodosidi
EpocaTarda Antichità
Noteed.: W. Simon (ed.), Panegyricus de consulatu Manlii Theodori (Carm. 16 und 17), Berlin 1975.
PASSO
Localizzazione(XVII,) v. 198-205
Testo originaleSic fatus tradente dea suscepit habenas / quattuor ingenti Iuris temone refusas. / Prima Padum Thybrimque ligat crebrisque micantem / urbibus Italiam; Numidas Poenosque secunda / temperat; Illyrico se tertia porrigit orbi; / ultima Sardiniam, Cyrnon trifidamque retentat / Sicaniam et quidquid Tyrrhena tunditur unda / vel gemit Ionia.
TraduzioneAvendo così parlato [Giove], raccoglie le quattro redini che gli passa la dea [Natura] sparse attorno al grande carro di Giustizia. La prima unisce il Po e il Tevere e l'Italia splendente di frequenti città; la seconda combina Numidi e Punici; la terza si tende dal mondo Illirico; l'ultima trattiene la Sardegna, la Corsica, la trifida Sicilia e qualsiasi altra sia percossa dall'onda tirrena o gema per la ionia.
NoteIl passo allude alla carica di prefetto del pretorio, ricoperta tra 397 e 399 d.C.
COMPILAZIONE
COMPILAZIONE
Data2011
NomeAssorati G.

ultima modifica: 31/07/2011
fonte

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.