Centro Studi Dante Bighi
Via Marino Carletti, 108
Copparo (FE)
Bighi Dante
1926/ 1994
teca
teca in plexiglass, legno/ impiallacciatura
cm 35 (la) 50 (a) 6.5 (p)
sec. XX (1979 - 1979)
Corda, utilizzata per facilitare l'affiancamento della nave con la banchina, disposta sul piano a formare delle asole che dal quadrante in alto a destra trovano soluzione nel quadrante i basso a sinistra. Attorno alle asole si dispongono le didascalie.


Presenti in un numero di 81 esemplari, prodotti tra il 1970 e il 1990, costituiscono la serie di opere più consistente prodotta da Dante Bighi. Sono contenitori in plexiglass trasparente, di diverse misure, di forma quadrata o rettangolare, concepite per essere appese alle pareti come fossero quadri. Contengono svariati tipi di oggetti raccolti dall’autore in diversi momenti della vita, durante i viaggi o negli ambienti più familiari, come l’ufficio e la casa. L’oggetto è sempre accompagnato da didascalie e indicazioni di coordinate spazio temporali, così che le teche diventano pagine di diario che raccontano e fermano nel tempo, attraverso immagini e parole, esperienze e sensazioni.