I Luoghi dell'Anima - Pennabilli

Orari e Tariffe
orari estivi/invernali: 9,00 – 19,00
aperto tutti i giorni, anche festivi. Ingresso gratuito.
Tipologia Collezioni
Pubblicazioni e Cataloghi
Giannini R., Liuzzi L., Tonino Guerra. Poesie nel paesaggio, Ramberti Edizioni, 2005.

Giannini R., La guidina di Tonino, Maggioli Editore, 2001.

Giannini R., Tonino Guerra e la sua valle, Piccola biblioteca del Montefeltro Vol.4, Rimini, Raffaelli Editore, 1998.

Giannini R., Mosconi T., I sentieri magici della Valmarecchia, Touring Club Italiano, 1995.
Via Salita Valentini, 1
Pennabilli (RN)
Tel: 0541 928578
Fax: 0541 928244
Arte contemporanea attuale (1950 ad oggi)
Parco artistico
Il museo diffuso "I Luoghi dell'Anima", racchiude in sè sette musei dislocati sul territorio di Pennabilli.
Nato da un'idea di Tonino Guerra, poeta e sceneggiatore, raccoglie installazioni, pitture, sculture e ceramiche realizzate da diversi artisti contemporanei, con l'intento di stimolare la fantasia e le emozioni del visitatore.
Fanno parte del museo: l'Orto dei frutti dimenticati, la Strada delle Meridiane, il Santuario dei Pensieri, l'Angelo con i baffi, il Giardino Pietrificato, il Rifugio delle Madonne abbandonate e la Madonna del rettangolo di neve.

L'Orto dei Frutti Dimenticati è il primo dei luoghi pensati dal maestro, realizzato nel 1990 all'interno dell'antico convento dei Frati Missionari del Preziosissimo Sangue, nel centro storico del paese.
Al suo interno, un centinaio di alberi da frutto di specie anticamente presenti negli orti delle campagne appeniniche, ed ora non più coltivati, fanno da cornice alle installazioni artistiche: la Cappella Tarkovskij e Porticciola delle lumache, L'Arco delle favole, il Bosco incantato, il Rifugio delle Madonne abbandonate, i Mobilacci, i Barattoli, la Meridiana dell'incontro, La voce della foglia, Le parole dei mesi e Il Gelso del Dalai Lama.
Sulla parete interna, adiacente all'entrata dell'Orto, si trova il Rifugio delle Madonne abbandonate: una serie di riproduzioni in terracotta raffiguranti la Madonna, realizzate a ricordo delle immagini votive che venivano collocate un tempo lungo le strade e nei crocicchi.
La Strada delle Meridiane attraversa il centro storico, arricchendolo di sette meridiane dipinte sulle facciate delle case.
Nel Santuario dei Pensieri, sette sculture in pietra, impreziosiscono un piccolo giardino cinto da un tratto delle antiche mura del castello dei Malatesta.
L'Angelo con i baffi è un'installazione multimediale ispirata all'omonima poesia di Tonino Guerra, collocata all'interno della Chiesetta dei Caduti.
Il Giardino Pietrificato si trova nei pressi di una duecentesca Torre, nella frazione di Bascio.
Qui, sette tappeti di ceramica policroma, realizzati nel 1991 da Giò Urbinati, ricordano altrettanti illustri personaggi storici legati per alterne vicende all'Altavalmarecchia.
La Madonna del rettangolo di neve è una chiesetta in mezzo al bosco in località Cà Romano, la porta d'ingresso, sulla quale è riprodotta una grande foglia è opera di Guerra.
Al suo interno una rappresentazione della Madonna della neve, realizzata su ceramica dall'artista faentina Muky.
Nel centro storico si possono ammirare anche i sette Totem realizzati in legno e ceramica da Giò Urbinati sui quali sono annotati diverse frasi e pensieri creati da Tonino Guerra.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa. Proseguendo la navigazione nel sito o cliccando su chiudi acconsenti all'uso dei cookie.