Museo Interreligioso di Bertinoro
Via Frangipane, 6
Bertinoro (FC)
manifattura greca
evangeliario
Vangelo ortodosso

argento/ sbalzo/ cesellatura
cm. 26.5 (la) 34 (a)
sec. XX (1950 - 1999)
Sul verso dell'Evangeliario è raffigurata la Discesa di Cristo al Limbo detta in greco Anastasis. Nella liturgia ortodossa della Pasqua, il sacerdote con in mano la croce bussa all'esterno della chiesa per tre volte dicendo: "Aprite le porte al Signore delle potenze, al re della gloria". Dall'interno il sacrestano fa un gran strepitio di ferraglia per indicare una certa resistenza ed infine la porta si apre. Questo rito ricorda come Cristo abbia scardinato le porte del Limbo e liberato i nostri progenitori, Adamo ed Eva, insieme ai giusti dell'Antico Testamento. A volte, Gesù è raffigurato con in mano il documento della nostra condanna detto chirografo, cioè dei morti, "le cui condizioni", come dice san Paolo, ci erano sfavorevoli". Nell'iconografia ortodossa, la voragine nella quale sono inseriti i personaggi ricorda la cavità nella quale è deposto Gesù Bambino in fasce e richiama l'immagine di Giona rimasto tre giorni nel ventre del grosso pesce.