Museo Etnografico Romagnolo "Benedetto Pergoli"
Corso della Repubblica, 72
Forlì
[carel]

strumenti e accessori
legno di olmo intaglio/ incastro
ferro forgiatura/ inchiodatura
cm 101 (a) 115 (la) 320 (l)
seconda metà sec. XIX
Carrello in legno, dotato di un lungo timone snodato e di due ruote anch'esse in legno, cerchiate in ferro. Verso l'estremità del timone è inchiodata una lastra in ferro che reca due fori, in uno di essi è inserita una piccola "caveja" (particolare cavicchio con anelle per fissare i gioghi dei buoi) a due anelle. L'avantreno veniva unito all'aratro per mezzo di una doppia catena. Per regolare l'inclinazione del timone dell'aratro, e quindi la profondità del solco, vi è un meccanismo apposito, posto tra le due ruote, costituito da un telaio avente due barre verticali e parallele, in ferro, inserite in due travi orizzontali lignee, a loro volta tra loro parallele. Le barre verticali portano numerosi fori in cui viene inserito, all'altezza desiderata, un cavicchio in ferro legato ad una catenella. Allo stesso modo anche la trave orizzontale superiore presenta numerosi fori in cui si incastra, alla distanza desiderata, un cavicchio in ferro.

gruppo anteriore dell'aratro che ne permette una maggiore manovrabilità