Zauli Carlo
1926/ 2002
scultura
cemento, bronzo
cm.
sec. XX

La scultura, prima classificata al concorso indetto nel 1969 dalla Camera di Commercio di Forlì, è caratterizzata da “Onde” che solcano diversamente le varie superfici del solido, a partire dallo stesso apice. “Dall’esplosione del cubo [...] la geometria austera riacquista un vitalismo leggero, tutto organico, capace di far lievitare la materia: nasce così il Cubo alato, che nel dinamismo plastico barocchizzante degli anni Settanta, per tanti versi riconducibile ai “panneggi” delle sculture di Somaini, assumerà le parvenze di una Nike ellenistica.” (Cortenova G., 2002, p. 68)
L’archetipo di questa scultura è nel Cubo esploso del 1969 (Solarolo, Collezione privata)