Scuola elementare "San Rocco"
Borgo San Rocco
Faenza (RA)
Zauli Carlo
1926/ 2002
scultura
gres ceramico, alluminio
cm.
sec. XX

Opera che vede una composta ondulazione ripartita e ritmata in curve e controcurve altalenate come giustapposizioni pulsanti; si potrebbe parlare di neobarocco concettuale.
La peculiarità di Zauli è quella di modellare la materia non a un fine rappresentativo, ma per tirar fuori l'espressione latente nella materia stessa. Egli stesso ha spiegato come avviene questo processo artistico: "Qualche volta si possono individuare due momenti della mia opera: io parto dalle forme primarie e queste spesso sono geometriche, direi a volte addirittura spigolose, come il parallelepipedo o il cubo. Queste forme però io le penetro con le mani, con la testa [...].
L'opera nasce dagli opposti, dai contrasti che portiamo anche dentro di noi, è lo specchio della nostra duplicità, della contrapposizione tra positivo e negativo, yin e yang." (C. Zauli in M. Zauli, 2004, pp. 38-39).