Zauli Carlo
1926/ 2002
scultura
gres
cm.
sec. XX
Scultura in maiolica su basamento di alluminio e ferro.



Volumi plastici e dinamici verso l’alto curvati sino a creare una controcurva che tra i solchi, concavi e convessi tipici dell’artista, scivolature come stoffa piegata si alternano ai segni incisi dal pollice nella materia, con affinità alla scultura post minimalista americana; e lame taglienti aggettanti compongono l’ossimoro conflittuale dei segni opposti dell’arte di Zauli. Il bruno manganese e il verde ramina creano raffinate ombre e cangiantismi cromatici della materia, a seconda degli effetti luministici e dei rigonfiamenti e delle strozzature della forma (C. Collina).