Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza
Viale Baccarini, 19
Faenza (RA)
fornace di Arita, Kyushu, Giappone
piatto

porcellana decorata a riserva in blu cobalto/ rivestita con coperta
cm. 5.7 (a) 41 (d)
secc. XVII/ XVIII (1680 - 1719)
Piatto su piede ad anello, foggiato alla ruota con l’ausilio di un calibro, decorato all’ossido di cobalto sotto coperta (sometsuke) in parte stampato a riserva di inchiostro di china a riserva (sumi-haijiki, inglese: resist method), in parte dipinto a mano; orlo sottolineato da vetrina all'ossido di ferro (kuchisabi).
Il motivo della decorazione è composto di una riserva eccentrica, che invade ca. 1/3 della superficie interna, inscrivente un paesaggio (verosimilmente di ispirazione olandese) con picchi montani sovrastanti due abitazioni che guardano un fiume. La riserva è sovrastata da una serie di cerchi alternatamente riempiti da elementi floreali e geometrici, con ampie stesure a pennello di ossido riprese nei contorni, che ricordano motivi decorativi dei tessuti di broccato. L'ispirazione ai decori su tessuto, in particolare quelli rurali di cotone stampato, si riscontra nella fascia a fiorellini di pruno e tre grosse corolle di peonia che sottolineando ca. 2/3 dell'orlo irregolarmente delimita la zona a cerchi. La parete esterna è decorata a 'mascherina' da tre fiorellini fiancheggiati da racemi a spirale. Sulla base è presente una marca di un solo ideogramma entro doppio rettangolo.