Galleria d'arte contemporanea "Vero Stoppioni"
Viale Roma, 5/A
Santa Sofia (FC)
Moreni Mattia
1920/ 1999
dipinto

tela/ pittura a olio
cm. 190 (la) 200 (a)
sec. XX (1985 - 1985)
Autoritratto di tre quarti delineato da un bordo scuro.

L'uomo contemporaneo è minato nei suoi cromosomi da un'inarrestabile mutazione genetica che decreterà la fine della vecchia umanità. Accanto alla formulazione di una teoria della "regressione della specie", a partire dal 1983 Moreni si immerge nel panorama regressivo delle Belle Arti, indagando le declinazioni delle avanguardie al primitivo e all'infantile. Nell'esecuzione maldestra di un artista che ha in sé i germi della regressione, egli dipinge ibridi di un codice naturale e artificiale, ribelli alla stessa volontà del creatore.