Come si consulta?

La barra del Menù permette una consultazione diretta dei dati attraverso diverse chiavi di lettura: per luoghi culturali, per beni catalogati, per risorse informative correlate.  La presentazione del patrimonio  per “famiglie” e “classi” tipologiche  porta in primo piano  i legami di senso, le relazioni  funzionali,  i nessi d’origine o di appartenenza fra gli oggetti che fanno capo a uno stesso dominio, a uno stesso oggetto complesso, a un insieme di beni storicamente  aggregati.

COME FARE RICERCA

La connessione multidirezionale fra i dati  favorisce un accesso cross domain, rapido ed efficace, attraverso diverse possibilità di ricerca: per una prima e veloce consultazione, a partire da un punto qualsiasi, si può scegliere una ricerca “google like” sull’intero contenuto del portale oppure per luoghi culturali, beni catalogati, risorse.

La ricerca territoriale evidenzia la disseminazione e la varietà delle realtà e dei beni culturali in Emilia-Romagna. Fornisce, su supporto Google Map, la localizzazione geografica e la concentrazione dei siti culturali, con il loro patrimonio. E’ possibile anche costruire mappe  a partire dai risultati di una ricerca personale.

Per raffinare ulteriormente la ricerca  sono disponibili funzioni avanzate che perrmettono di combinare i dati fra loro dal punto di vista tipologico, cronologico, territoriale, della soggettazione, dell’attribuzione culturale, della materia e tecnica impiegate.

La visualizzazione dei risultati di ricerca restituisce i dati essenziali  dei beni  individuati e rinvia alle singole schede,  indicando in testata anche  la distribuzione dei tipi di tracciati  catalografici utilizzati e le loro dimensioni quantitative.

Attraverso il permalink  (collegamento permanente) è  possibile mantenere memoria  della ricerca effettuata e  recuperarla nel portale, attraverso quella specifica URL, ogni volta  che  lo si ritenga utile.